Bersani: "Se dici a un giovane 'se sei bravo ce la fai!', quello ti sputa" - DIRE.it

Politica

Bersani: “Se dici a un giovane ‘se sei bravo ce la fai!’, quello ti sputa”


ROMA – “Il renzismo continua a masticare le antiche parole della fase nascente della globalizzazione. Allora questa strategia andava bene. Vincemmo contro la destra liberista ovunque parlando di opportunità, merito, eccellenze, flessibilità. Se oggi dici a un giovane laureato con 110 e lode: ‘Se sei bravo ce la fai!’, quello ti sputa perchè sa che non è vero. Oggi c’è bisogno di protezione. La destra la offre in senso regressivo. Noi dobbiamo offrirla in modo progressivo”. Lo dice Pierluigi Bersani (Mdp) a Radio Radicale.

“Ho sempre consigliato questo a Renzi- aggiunge l’ex segretario dem, ora in Mdp-. La sinistra deve alzare le sue bandiere perchè c’è una destra sovranista e identitaria incombente. Renzi ha sempre sviluppato la tesi secondo la quale ‘Noi’ siamo i responsabili: prendiamocela con i grillini tanto poi ci alleiamo con Berlusconi”

Sulla possibile alleanza Renzi-Berlusconi, l’esponente di “Articolo 1” spiega: “Magari Renzi ci ripenserà. Adesso vedremo tutte le svolte tattiche. Ma nella sostanza l’ispirazione resta quella: pensare che gli ideali della sinistra siano una zavorra“.

Il centrosinistra si dia una sveglia. Credo che sia demenziale mettere nel mirino il Movimento 5 Stelle e strizzare l’occhio ad un pezzo di destra”, prosegue Bersani. “Il centrosinistra- conclude- deve essere alternativo alla destra e sfidante competitivo con il M5s. Se il centrosinistra non sposa questa logica, non riesce a capire come riprendere il segnale radar con un pezzo di opinione pubblica che vuole sentir parlare di lavoro e di diritti, di cose concrete. Altrimenti il segnale radar non arriva”.

13 giugno 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»