La protesta dei vongolari arriva in Regione - DIRE.it

Marche

La protesta dei vongolari arriva in Regione

Palazzo_regione_MarcheANCONA – Lunedì protesta dei vongolari anconetani davanti alla sede della Regione. Ad annunciarlo è il presidente del Co.Ge.Vo (consorzio gestione pesca molluschi) Giacomo Mengoni. “Del compartimento di Ancona fanno parte 73 vongolari a cui, da una quindicina d’anni circa, si sono aggiunte 25 imbarcazioni immatricolate a San Benedetto del Tronto ma che sono state inserite nel subcompartimento di Civitanova e che dunque gravitano su quello dorico- premette Mengoni- Oltre 100 vongolari nello specchio d’acqua tra Ancona nord e Ancona sud: troppe. Siamo arrivati all’esasperazione. Alla fame. Non possiamo accettare nessun’altra proroga. Le 25 imbarcazioni del sub compartimento di Civitanova sono immatricolate a San Benedetto e lì devono tornare a pescare”. Le 25 imbarcazioni erano state spostate nel distretto di Ancona per decongestionare il mercato del sud delle Marche. Si è poi andati avanti di proroga in proroga. Ora si sta valutando una norma transitoria per consentire ad alcune imbarcazioni di andare a pescare fuori regione.

“E’ molto complicato perché deve intervenire il ministero e poi il provvedimento riguarderebbe un numero ristretto di imbarcazioni- conclude Mengoni- Il problema è che nelle Marche ci sono 221 vongolari quasi un terzo dell’intera flotta nazionale. Troppe. Andrebbero dati incentivi per rottamare alcune licenze. Siamo disponibili a sederci intorno a un tavolo per discutere nuovamente l’assetto dei compartimenti. Quello che ribadiremo durante la mobilitazione di lunedì è che prima però si devono ristabilire uguali condizioni e non si deve concedere alcuna proroga. Altrimenti siamo pronti a presentare esposti alla magistratura”.

13 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»