AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE LAVORO IN DIRETTA

Il lavoro in DIREtta, le notizie dal territorio

Il mondo del lavoro e non solo. Ogni giorno in Italia il tema dello sviluppo economico, dei rapporti tra imprenditori e lavoratori assumono i contorni piu’ diversi. Qui la ragione di ‘Lavoro in DIREtta’ lo speciale della Dire in collaborazione con i colleghi di Rassegna (www.rassegna.it). Buona lettura

RSU GRANAROLO DI SOLIERA (MODENA), ALLA FLAI 5 DELEGATI SU 5 –  Si sono chiuse nella tarda serata dell’11 maggio scorso gli scrutini delle elezioni delle Rappresentanza Sindacali Unitarie presso la Granarolo di Soliera (MO), uno dei principali siti produttivi dell’azienda bolognese specializzato nella produzione di latte UHT e derivati che occupa circa 200 addetti. Sui 173 aventi diritto, 143 hanno partecipato al voto esprimendo ampio consenso ai candidati della lista Flai Cgil (96,15%); i restanti consensi sono stati ottenuti dall’unica lista concorrente Uila Uil (3,85%).

“La Flai Cgil si aggiudica quindi cinque rappresentanti sindacali sui cinque disponibili e si conferma il principale sindacato di riferimento per i lavoratori Granarolo del sito di Soliera “, sottolinea il sindacato. “Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da una serie di riorganizzazioni sia a livello di Gruppo Granarolo sia nel sito di Soliera che hanno portato anche a tensioni nei rapporti sindacali- dichiara Erika Morselli della Flai Cgil di Carpi (MO)- ma l’attenzione e l’impegno dei delegati, nella ricerca delle soluzioni più adatte al sito produttivo, non sono mai mancati. Il risultato premia questa attività e conferma l’azione di rappresentanza della Flai Cgil”.

DISCRIMINAZIONI LGBT, 14/5 CONVEGNO CGIL A BERGAMO – Si svolge giovedì 14 maggio a Bergamo il convegno “Il contrasto alle discriminazioni per orientamento sessuale nel lavoro. Quale possibile ruolo del sindacato?”. L’appuntamento è alle 17.30 presso la sede della Camera del lavoro (via Garibaldi 3). “L’incontro- spiega il sindacato- si propone di sollecitare localmente la promozione di politiche attive in ambito lavorativo, buone prassi a partire dalla costruzione di una solida base normativa che da oltre dieci anni ha introdotto il contrasto alle discriminazioni fondate sull’orientamento sessuale”. All’iniziativa partecipano Luisella Gagni (segreteria Cgil Bergamo), Anna Lorenzetto (docente Università Bergamo), Maria Grazia Sangalli (avvocato) e Ivan Comotti (segreteria Fillea Cgil Lombardia). Conclude Graziella Carneri (segreteria Cgil Lombardia).

MARCHE: SINDACATI, PROTESTA DIPENDENTI GESAFIN –  “Ancora una volta, le segreterie Regionali Marche devono prendere atto dell’inaffidabilità della società Gesafin , consociata al consorzio Gorla Milano, rispetto alle assicurazioni date in relazione all’erogazione puntuale e corretta dello stipendio mensile ai lavoratori dipendenti”, riferiscono Cgil, Cisl e Uil trasporti. “Questa situazione, che dura da più di 4 anni nonostante le innumerevoli azioni di lotta e i confronti con le istituzioni locali, non ha modificato l’atteggiamento dell’azienda, che manifesta un totale disprezzo delle condizioni dei lavoratori.  È  consuetudine, per la Società, ritardare oltre il consentito. il pagamento degli stipendi raggiungendo ad oggi ben 23 giorni di ritardo sul pagamento di quello di marzo”.

Per questo motivo, i lavoratori del cantiere di Ancona delle pulizie dei treni a lunga percorrenza, dipendenti della ditta Gesafin, hanno deciso questa mattina, a seguito di una assemblea di tutto il personale,di astenersi spontaneamente con inizio dal turno delle 20,30, dal prestare servizio garantendo tuttavia i parametri essenziali per la sicurezza e prevedendo picchetti e presenziamenti giornalieri presso la stazione di Ancona. “In tal senso, per evitare l’ esasperazione del personale e pesanti ripercussioni sul servizio pubblico ed in particolare con l’attuale apertura dell’Expo di Milano, i sindacati chiedono di essere urgentemente convocati, con la Ra, per un incontro dal Prefetto con responsabili Trenitalia s.p.a. e Gruppo Gorla Milano, per trovare una soluzione definitiva a questa situazione incerta e insopportabile”.

FONDAZIONE HOSPICE: FP RC-LOCRI, PROCLAMATO STATO DI AGITAZIONE – La Funzione Pubblica “proclama lo stato di agitazione dei lavoratori della Fondazione Hospice via delle Stelle, in considerazione dell’annoso problema del mancato pagamento degli stipendi (a tutt’oggi, i lavoratori accreditano il pagamento delle mensilità di Febbraio, Marzo e Aprile), nonché della mancata chiarezza delle buste paga e delle mancate risposte sul funzionarigramma della struttura”.

Il sindacato ha chiesto alle istituzioni competenti l’attivazione delle procedure di conciliazione previste dall’art.2, secondo comma, della Legge 146/90, così come modificata dalla Legge 83/2000, relativamente alla fondazione Hospice via delle Stelle, in merito alla vertenza in atto per il pagamento delle mensilità pregresse e delle relative buste paga nonché delle prospettive occupazionali. “Se non dovesse esser raggiunto alcun accordo, verrà proclamato lo sciopero dei lavoratori”, annuncia la Fp.

13 maggio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988