Zingaretti: “Il tratto distintivo della Lega è l’odio”. Salvini: “Allora gli italiani tutti pazzi”

Scontro tra il neosegretario dem ed il ministro dell'Interno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “È assolutamente falso che Salvini stia proponendo un modello di sviluppo del sistema Paese. L’unico elemento identitario di quella forza non è il lavoro, la sostenibilità, ma sono l’odio, la rabbia, la ricerca del capro espiatorio”. Lo afferma a Firenze il segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, all’evento di avvio della campagna elettorale in Toscana.

“Questo non è solo inaccettabile dal punto di vista etico- aggiunge-, è anche profondamente stupido rispetto a persone che vogliono il lavoro. L’odio non crea prospettive di vita per le famiglie italiane, il lavoro. Agli italiani dategli il lavoro, non le pistole, non il doversi difendere da soli perché magari tagliano sulle forze dell’ordine e sulla difesa dell’ordine pubblico”.

LEGGI ANCHE:

25 aprile, Salvini conquista Di Battista senior: “Io non festeggio”

Salvini e Di Maio pensano a come ingabbiarlo. Tria a come fregarli

Alle Europee Salvini prenderà il 40% come Renzi… Una manna o un incubo?

SALVINI: IDENTITA’ LEGA L’ODIO? ALLORA TUTTI ITALIANI PAZZI

“Quindi gli italiani sono tutti matti”, risponde Matteo Salvini arrivando al gran premio di Formula E di Roma. “Con la Lega primo partito, che ha vinto in tutte le elezioni regionali che ci sono state, che ha i tre governatori più amati d’Italia”, elenca Salvini, “tutta questa roba è fondata sull’odio, sull’ignoranza, sull’egoismo, sulla paura? A sinistra non hanno capito nulla”.

SALVINI: SIAMO PRIMI SEMPRE E PER PD QUESTO È ODIO

“Abbiamo vinto 7 elezioni regionali su 7, i tre governatori più amati d’Italia sono nostri, la Lega è primo partito in tutti i sondaggi e tutto questo per loro è basato sull’ODIO… Il PD, disprezzato ovunque, presto verrà cacciato anche dall’Umbria”. Così il leader della Lega Matteo Salvini risponde al segretario del Pd Zingaretti che ha detto che “il tratto distintivo della lega è l’odio”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

13 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»