Il Kiss&ride? “E’ per di là”, Rfi mette (finalmente) i cartelli

kiss4

BOLOGNA – I bolognesi non conoscono il kiss&ride, il parcheggio veloce sotto la stazione. E dopo un anno se n’è accorta anche Rfi. Ad ammetterlo è lo stesso direttore Produzione Emilia-Romagna dell’azienda del Gruppo Fs, Eugenio Fedeli. “La segnaletica iniziale era carente– conferma- ce ne siamo resi conto in questo primo anno” di apertura del parcheggio. Nel 2015 la media è stata di 1.200-1.300 transiti giornalieri, per il 65% fatti da taxi e noleggio con conducente. E così ora, insieme al Comune di Bologna, Rfi prova a mettere una pezza.

Nei giorni scorsi è stata installata una nuova segnaletica, più grande e più evidente, nelle vie Carracci, Fioravanti, Matteotti e Tiarini, che indirizza verso il kiss&ride. Altre frecce sono state piazzate lungo il percorso, in punti più lontani dalla stazione. Già ordinata poi la stampa di alcuni banner stradali (sei metri per uno) e stendardi, che per otto settimane saranno appesi ai pali della luce sui viali e su alcune strade limitrofe, come via Zanardi. Realizzate anche delle cartoline informative sul kiss&ride con lo slogan “La tua corsia preferenziale dall’auto al treno”.

kiss3Allo stesso tempo, però, il Comune rafforzerà i controlli della Polizia municipale sia sul lato di via Carracci sia sul viale Pietrammellara, con il passaggio anche dei mezzi dotati di ‘Scout’ per sanzionare la sosta selvaggia che intralcia il traffico. “Ora è il momento di collaborare- avverte il sindaco Virginio Merola, in conferenza stampa- ci sono già le condizioni per una viabilità agile e ordinata in stazione, bisogna solo cambiare abitudini. Non è che ognuno può fare sempre quello che vuole nella vita. Non esiste la soluzione e non possiamo inseguire il minimo disagio di ognuno, oggi ci sono comodità che prima non c’erano”.

Nella primavera 2017 dovrebbe aprire anche il nuovo tunnel tra via Bovi Campeggi e via Carracci, con accesso diretto al kiss and ride. Insomma, “chiediamo a tutti uno sforzo per capire che ci sono già soluzioni- ribadisce il sindaco- poi la Polizia municipale farà rispettare le regole, come avviene in ogni società civile”. Questione di abitudine anche in aeroporto, dove dall’inizio dell’anno sono già 500 le multe per la sosta selvaggia in rotonda, nonostante la presenza del parcheggio veloce kiss&fly. “Più che di migliore comunicazione, visto che la segnaletica c’è già, si tratta solo di abitudine- afferma l’assessore alla Mobilità, Andrea Colombo- si tratta solo di capire che, in stazione come in aeroporto, è molto più comodo entrare nel parcheggio arrivando a pochi passi dai binari o dal check-in”.

kiss6La campagna di Comune e Rfi per l’accesso in stazione è stata presentata oggi a Palazzo D’Accursio. Prevista anche una segnaletica dedicata per le biciclette, con indicazioni per la velostazione Dynamo e una mappa delle rastrelliere installate nei dintorni, potenziate di recente con 200 posti in più. Verrà poi rilanciato anche il servizio di taxi collettivo, con una corsia dedicata nel kiss&ride e hostess (o steward), soprattutto nei giorni di fiera. Inoltre, contro i taxi abusivi sono in funzione da gennaio telecamere Rita che presidiano le corsie preferenziali di accesso alla stazione in piazzale Medaglie d’oro. E ancora, “entro l’estate- spiega il dirigente Rfi- sarà garantito ai taxi il collegamento diretto alla centrale” con la realizzazione di un impianto per la copertura Gps, oggi assente. Infine, entro l’anno dovrebbero aprire altri due parcheggi sotterranei in stazione, collegati al kiss and ride, per un totale di 200 posti in più.

di Andrea Sangermano, giornalista professionista

13 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»