Parco Nazionale Appennino Lucano, torna a nidificare la cicogna nera

POTENZA – E’ tornata la cicogna nera. Puntuale come ogni anno, e come ormai accade dal 2000, una coppia di cicogne nere e’ tornata ad occupare il sito di nidificazione posto su una inaccessibile parete rocciosa, nel territorio del Parco nazionale dell’Appennino lucano.  “Grazie alle osservazioni condotte – hanno fatto sapere dall’ente parco – si e’ potuto rilevare che la coppia occupa di nuovo lo stesso sito, come accade con regolarita’ anno dopo anno.
Dopo aver affrontato la lunga e pericolosa migrazione, la coppia di cicogne ha ritrovato nella nostra area protetta il proprio sito di nidificazione, dando il via anche alle rituali parate nuziali, necessarie per rinsaldare il legame di coppia e creare l’affiatamento necessario per il difficile compito che li vedra’ impegnati nell’allevamento dei piccoli”.
La cicogna nera, scelta anche come simbolo del Parco, e’ una specie che nidifica in Italia con una esigua popolazione, stimata in circa 12, 15 coppie. Di queste, tra le 7 e le 8 sono concentrate in Basilicata. E la loro presenza per il 18esimo anno consecutivo nel Parco nazionale dell’Appennino lucano assume “un significato importante come indicatore della qualita’ dell’ambiente e – sottolineano dall’ente – della peculiarita’ del paesaggio, particolarmente favorevole alla nidificazione di queste specie, cosi’ rare. A protezione di questi habitat occorre tenere sempre alta l’attenzione, e svolgere appropriate azioni di osservazione della specie”.

13 Mar 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»