Reggio Calabria, cercasi amaro per digerire candidature - DIRE.it

Calabria

Reggio Calabria, cercasi amaro per digerire candidature

REGGIO CALABRIA – Territorio e appartenenza ideologica sono i due concetti più ricorrenti a Reggio Calabria per la tornata elettorale delle politiche del 4 marzo alimentata da diffusi malcontenti tenuti sottotraccia, soprattutto in chi auspicava un cambio di passo nella scelta dei candidati per Camera e Senato.

“Nella coalizione di centrosinistra non abbiamo nessun candidato reggino. Eppure amministriamo il Comune, la Città metropolitana, abbiamo la presidenza del Consiglio regionale”, è stato questo il commento sottovoce più ricorrente tra i salottini di un noto albergo reggino in attesa della presentazione dei candidati Pd. Per la Camera dei deputati nel collegio cittadino ci sarà l’uscente Nico D’Ascola, la cui provenienza (Pdl, Ncd, Ap) e attuale collocazione in Civica popolare continua a mietere più malumori che entusiasmi nei dirigenti dem.

L’esclusione in extremis di iscritti al Pd, come quella del millennial Marco Schirripa (candidato per un giorno), del consigliere regionale dem, Domenico Battaglia, o di Angela Marcianò (componente dell’attuale segreteria nazionale di Renzi), è sembrata a tutti una sorta ulteriore commissariamento della federazione provinciale guidata dal catanzarese Giovanni Puccio.

Sul fronte della destra reggina la questione si sposta sulle scelte di Fratelli d’Italia che, a fronte delle candidature di esponenti storici come la catanzarese Wanda Ferro e il cosentino Fausto Orsomarso, entrambi attuali consiglieri regionali e con una lunga militanza in Alleanza Nazionale, per la città dei Bronzi ha deciso di puntare su Massimo Ripepi inserito al secondo posto nel proporzionale regionale al Senato. Ripepi attualmente è consigliere comunale di opposizione del gruppo Fratelli d’Italia. Ma c’è chi ricorda in giro il suo impegno come candidato alle amministrative del 2002 in una lista civica di centrosinistra, ‘Innamorarsi di Reggio’, a sostegno dell’allora candidato sindaco, Naccari Carlizzi.

13 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»