Valigetta dei calici e degustazioni, ecco il corso per sommelier

Un corso fatto di lezioni frontali e degustazioni, per imparare a conoscere il mondo dei vini e l'arte dei sommelier. Al primo incontro arriva il 'kit' con calici e strumenti del mestiere

RIMINI – Siete appassionati di vini e da sempre sognate di diventare dei veri esperti? Di sorseggiare un calice riuscendo a riconoscere i diversi profumi e aromi che lo compongono? Di saper stupire i vostri ospiti con un abbinamento perfetto tra cibi e vini? Arriva un corso che fa per voi, lanciato per il momento a Modena e Rimini da Aspi (Associazione della sommellerie professionale italiana) che punta a formare sommelier professionisti.

Un corso che vi insegnerà a conoscere bene gli ‘strumenti’ del mestiere (come i calici, che non sono certo tutti uguali) ma anche le diverse tipologie di bottiglie, le normative sui vini e alcune operazioni tecniche che non vanno lasciate al caso, come la stappatura. Tutti elementi che un buon sommerlier deve conoscere alla perfezione. In Emilia-Romagna, il corso si tiene a Rimini (al via il 4 febbraio) e a Modena (parte il 6 febbraio).

Lezioni frontali e degustazioni

I corsi organizzati da Aspi Emilia-Romagna prevedono un totale di 12 lezioni frontali in aula, con approfondimenti teorici e degustazioni, a cui si aggiunge la verifica finale.

Alla prima lezione arriva il kit del perfetto sommelier

A tutti i partecipanti, alla prima lezione, viene fornita una valigetta contenente i calici da degustazione “Exilles” realizzati da Rastal sulla base dello studio condotto in collaborazione con i sommelier Aspi, il cavatappi, il libro di testo e il quaderno per le degustazioni di vini e altre bevande.

Il corso dedica il primo incontro all’esame della figura professionale del coppiere e del sommelier, il ruolo che rivestono e gli strumenti a disposizione del degustatore: la scheda di degustazione, il calice, le tipologie di bottiglie, la stappatura. Seguono quindi le lezioni dedicate alla viticoltura, all’enologia, alle tecniche di degustazione (esame visivo, olfattivo e gustativo) e quindi alla legislazione vitivinicola italiana ed europea.

Qui il programma dettagliato del corso

Focus su birra, liquori, spumanti ma anche sugli ‘abbinamenti’ giusti

La seconda parte del corso si concentra sul grande mondo delle bevande con incontri dedicati a birra, distillati e liquori, spumanti, vini speciali, acqua e bevande nervine, concludendosi con una lezione di enogastronomia: da storia ed evoluzione del gusto, all’analisi sensoriale del cibo, fino alle differenti tipologie di abbinamento cibo-bevande.

Al termine del corso c’è la prova finale

Il superamento della prova finale del corso di I livello, pensato per fornire ai partecipanti un bagaglio tecnico e culturale che permetta di acquisire le nozioni base della professione, consente l’accesso al corso di II livello per ottenere la qualifica di Mastro Coppiere e quindi al percorso di tutorato per la preparazione all’esame di abilitazione per Sommelier.

Per informazioni ed iscrizioni, è possibile chiamare il numero 333 9272900 oppure scrivere a [email protected] (per Rimini) e a [email protected] (per Modena).

Dove e quando

A Rimini il corso si tiene tutti i lunedì dalle 20 alle 23 a partire dal 4 febbraio all’Hotel dei Platani in viale Oliveti 76.

A Modena si parte il 6 febbraio e l’appuntamento è per tutti i mercoledì dalle 20 alle 23 in via Pietro Bembo 40. 

Leggi anche:

13 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»