AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

A Bologna arriva il ‘gelicidio’, sparse 200 tonnellate di sale su strade

?

BOLOGNA – In queste ore, a causa del fenomeno del “gelicidio” o “glaze-ice“, cioè la pioggia che si gela a terra, la Città metropolitana di Bologna conferma che si sono verificate diverse situazioni di disagio sulle vie di comunicazione provinciali: in vista di ciò i mezzi e il personale di Palazzo Malvezzi sono impegnati dalla serata di ieri per “salare” i 1.400 chilometri di strade di propria competenza, dove sono state sparse circa 200 tonnellate di sale. La pioggia gelata, in particolare, ha interessato la pianura e le zone collinari sotto i 500 metri dove le temperature sono particolarmente basse, fa il punto la Città metropolitana, mentre non si sono verificati problemi in montagna dove, al momento, le temperature sono più alte e si è quindi in presenza di normali fenomeni piovosi. “Situazioni di pericolo si sono verificate in particolare nelle prime ore della mattina nelle zone di fondovalle- scrive Palazzo Malvezzi- in prossimità di ponti e di zone alberate”, questo a causa dell’ammasso di ghiaccio che dai rami ricade sull’asfalto.

Lungo la Persicetana stamattina

“Piccoli incidenti sono segnalati in diversi tratti”, spiega l’amministrazione: in particolare sulla Ganzole, sulla Fondovalle Savena, sulla Persicetana, sulla Padullese e sulla Guiglia. A Bentivoglio uno scuolabus è andato a finire fuori strada sempre per il ghiaccio. In considerazione delle nevicate previste nei prossimi giorni, inoltre, la Città metropolitana ha predisposto gli interventi per il servizio di sgombero neve. Le forze in campo comprendono 11 spargisale piccoli, 139 mezzi per sgombero neve (122) e spargimento sale (17) con l’impiego di 78 uomini. Ma anche i cittadini devono fare la loro parte. La Città metropolitana “richiama l’attenzione sull’importanza di una costante e precisa manutenzione dei veicoli, con specifico riguardo all’efficienza degli pneumatici nonché al rispetto di quanto prescritto dalla segnaletica esistente, ottemperando all’obbligo di equipaggiare i propri veicoli con gli opportuni mezzi antisdrucciolevoli quali le catene da neve o gli speciali pneumatici da neve anche se tali dispositivi non garantiscono piena efficacia in caso di gelicidio”.

Incidente lungo la Fondovalle Savena

Infine, Palazzo Malvezzi raccomanda “particolare prudenza agli automobilisti anche in considerazione del fatto che il fenomeno potrà riattivarsi in serata, a causa dell’ulteriore abbassamento delle temperature in concomitanza di fenomeni piovosi e alta pressione”. Anche l’amministrazione di Minerbio, intanto, fa il punto sulla situazione delle strade segnalando che i mezzi comunali sono entrati in servizio per salare le strade appena ha cominciato a formarsi il ghiaccio: “Non era ovviamente possibile effettuare in precedenza il servizio di salatura perché era ancora in corso la pioggia che avrebbe evidentemente dilavato il sale”. Dalle 6,30 in poi sono stati distribuiti 50 quintali di cloruro di magnesio e intanto i volontari della protezione civile stanno distribuendo il sale per marciapiedi e altri spazi pedonali. Scrive poi il Comune: “Si invitano i cittadini a percorrere le strade solo se necessario ed in ogni caso ad adeguare la condotta di guida con la dovuta attenzione. Si registrano sul territorio alcuni incidenti stradali causati dal mancato rispetto delle comuni norme di prudenza”.

Un altro incidente lungo via Ferrarese

Oltre alla comunicazione ufficiale, da Minerbio il sindaco Lorenzo Minganti interloquisce con i cittadini anche via Facebook, sottolineando innanzitutto che “ricordo negli ultimi anni gelate ben peggiori di quella odierna”. Inoltre, per quanto distribuito “in grande quantità”, va tenuto presente che il sale “non scioglie istantaneamente il ghiaccio”, scrive Minganti: “E’ comunque necessario che chi guida moderi la velocità e sia più prudente; è quasi ingenuo pensare di poter guidare come se fosse un giorno ‘normale’ grazie al sale distribuito”.

Nel capoluogo, intanto, il consigliere Manes Bernardini (Lega nord) afferma che “siamo invasi da segnalazioni di mancata prevenzione del ghiaccio su marciapiedi e strade“, anche se “sapevamo da giorni che sarebbero arrivate condizioni climatiche estreme”. Sostiene Bernardini, che sul tema ha preparato un’interrogazione urgente: “Mentre in piazza Maggiore appare un letto di granuli di sale, molte sono le zone, specie in periferia, dove non si è provveduto a quanto le previsioni meteo obbligavano a fare: distribuzione di sale sui marciapiedi e strade di tutta la città”. Attacca l’amministrazione anche la capogruppo della Lega nord, Francesca Scarano, dall’aula del question time: “Stamattina alle otto tantissimi marciapiedi antistanti le scuole, faccio esempio delle Monterumici, erano ancora con il ghiaccio e non era stato ancora consegnato il sale. Ma quando c’è un’emergenza, ci si comporta come in un’emergenza”.

di Maurizio Papa, giornalista professionista

LEGGI ANCHE:

Maltempo, a Bologna strade gelate. Si ribalta scuolabus a Bentivoglio / Foto

13 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988