Bologna aspetta la neve: pronti 196 spalaneve e 44 spargisale

Il Piano neve 2018-2019 è attivo dall'1 dicembre scorso. Le raccomandazioni del Comune: "Non usate la bici"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Sono 44 i mezzi spargisale (sette in più rispetto all’anno scorso) e 196 gli spalaneve predisposti dal Comune di Bologna nell’ambito del Piano neve 2018-2019, attivo già dall’1 dicembre scorso. Si annunciano le prime nevicate e Palazzo D’Accursio (domani sono possibili fiocchi anche in pianura) fornisce i numeri e i dettagli del Piano, sottolineando che le indicazioni utili sono disponibili in un depliant stampato quest’anno in 15.000 copie. Il Piano neve scatta in base alle previsioni meteo e prevede la salatura e la pulizia delle strade. Gli spargisale partono quando è prevista una nevicata o la formazione di ghiaccio sulle strade. Gli spalaneve invece si attivano quando ci sono più di cinque centimetri di neve, altrimenti le lame rovinerebbero asfalto e tombini e rallenterebbero ulteriormente la viabilità.

I mezzi, ricorda il Comune, si muovono dando la priorità alla circolazione stradale e ai servizi essenziali. Quando nevica vengono puliti subito i circa 550 chilometri di strade primarie interessate dal trasporto pubblico, quelle a grande percorrenza e quelle collinari dove la circolazione è più rischiosa. Il primo passaggio dei mezzi serve a consentire il transito di bus e auto, poi il percorso si ripete per pulire anche passi carrai, isole per la raccolta rifiuti e attraversamenti. Poi, a seconda della situazione, si valuta se ripetere il percorso principale o spostare i mezzi sui 410 chilometri di strade secondarie.

Negli edifici scolastici comunali che ospitano nidi, scuole d’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, il Comune si occupa di pulire marciapiedi esterni e ingressi. Viene pulita anche la viabilità pedonale di accesso alle sedi dei Quartieri e dei principali edifici pubblici. Il Comune interviene anche con squadre manuali e mini pale meccaniche sulle principali fermate dei bus e del Servizio ferroviario metropolitano. L’attività antighiaccio, invece, interessa i punti critici della viabilità come ponti, rotonde, cavalcavia, sottopassi, zone collinari.

LEGGI ANCHE: Bologna, la neve costa 2,1 milioni (1,6 in più del previsto). Forza Italia: “Cifra spropositata”

Intanto, il Comune ricorda che già dal 15 novembre tutti i veicoli a motore devono essere muniti di pneumatici invernali o catene a bordo. Invece i ciclomotori a due ruote, i quadricicli leggeri e i motocicli possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio. Mentre nevica, la circolazione per questi mezzi è vietata.

E le bici? Se nevica o in caso di ghiaccio, “è assolutamente sconsigliato andare in bicicletta“, raccomanda l’amministrazione, sottolineando che proprio per questo non si prevede la salatura o la pulizia delle piste ciclabili.

Tutti i cittadini, avverte poi il Comune, hanno l’obbligo di pulire da neve e ghiaccio i marciapiedi davanti alle proprie case, negozi o aziende, creando un passaggio per i pedoni ed evitando di accumulare la neve spalata vicino ai cassonetti e alle fermate dei bus. Dopo aver tolto la neve, bisogna spargere il sale antighiaccio o materiale antiscivolo. Inoltre, tutti i proprietari di case, gli inquilini e gli amministratori di condominio hanno l’obbligo di rimuovere la neve e il ghiaccio sporgente da tetti, balconi e grondaie, segnalando o delimitando le zone di caduta.

Tra i comportamenti corretti da seguire, infine, l’amministrazione ricorda che “per spostarsi è consigliato prendere il bus: quando nevica la circolazione è naturalmente più lenta anche per consentire il passaggio dei mezzi spalaneve, quindi è meglio uscire di casa con anticipo e prendere l’auto solo in caso di emergenza”. A piedi, è bene fare attenzione alle parti di asfalto con la segnaletica orizzontale, come per esempio le strisce pedonali: sono più scivolose a causa della verniciatura.

LEGGI ANCHE: Neve a Bologna, “Gli insegnanti portino fuori i bimbi”

Le nevicate dell’anno scorso:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

12 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»