Veneto

Avvistata vespa velutina vicino Rovigo, e non è un bene

vespa-velutinaVENEZIA – Una quindicina di esemplari di vespa velutina sono stati trovati nelle trappole di una apiario nel Comune di Bergantino, in provincia di Rovigo, al confine con la Lombardia e a 15 chilometri da quello con l’Emilia-Romagna.

Lo annuncia il Sivemp (Sindacato italiano veterinari medicina pubblica), spiegando che il ritrovamento è eccezionale, perché l’ultima evidenza della presenza di questa specie di vespa di provenienza asiatica nel territorio nazionale si è verificata sul versante ligure, a circa 300 chilometri di distanza da Bergantino, mentre dalle ricerche disponibili sembrerebbe che questo tipo di insetto possa avanzare di circa 100 chilometri l’anno.

Tutto lascerebbe quindi supporre che si tratti di un nuovo focolaio. Il che non sarebbe positivo, considerando che la vespa velutina, che può raggiungere anche i cinque centimetri di lunghezza, è “discretamente aggressiva” nei confronti dell’uomo (a cui non crea comunque più danni rispetto ad una normale vespa europea), ma è particolarmente ghiotta di api, che caccia con una tecnica sviluppata in Asia particolarmente efficace perché sconosciuta alle api “nostrane”.

Ora, “nel nord est dell’Italia si sottolinea la necessità di attivare e sostenere una rete di sorveglianza ufficiale in grado di intercettare l’avanzata di questo parassita e di mappare i territori via via interessati dalla sua presenza”, conclude il Sivemp.

12 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»