Renzi alla direzione Pd: “Io non mi nascondo, facciamo il congresso”

renzi


ROMA – Matteo Renzi non ci sta a “rappresentazioni macchiettistiche” e rilancia annunciando il Congresso del Partito Democratico.

Dopo il voto all’unanimità della direzione dei democratici su un documento in sostegno al tentativo di Paolo Gentiloni di formare un nuovo governo, l’ex premier ammette che “il disegno” di semplificazione del Paese contenuto dalle riforme “e’ stato bocciato dagli elettori”. Adesso, quindi, “bisogna aprire una riflessione che vorrei fare nel modo piu’ ampio possibile, senza negare i punti di debolezza, ma senza cedere a una rappresentazione macchiettistica, per cui l’elettorato popolare e di sinistra non sta in quel 40 per cento” del Si’ al referendum.

“Ho sentito dire che io mi nascondo- prosegue l’ex premier-. Di fronte alle mie responsabilita’ io non sono mai fuggito. Mi troverete con leggerezza e determinazione a chiedere rispetto e lealta’ per questa comunita’ e un grande disegno per il futuro del Paese”. Per questo, conclude Renzi, “Io credo che non c’e’ modo migliore del congresso: io sarei dell’idea che si rispettasse lo statuto e che domenica l’assemblea decidesse se fare il congresso o no“.

 

12 Dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»