Tg Sanità, edizione del 12 novembre 2018

Tg Sanità, edizione del 12 novembre 2018

A ROMA STATI GENERALI SANITÀ, IL SETTORE GUARDA AL FUTURO

Più di 3mila decisori, 120 Asl, 50 ospedali, 19 istituti di ricerca e 14 associazioni. Sono i numeri degli Stati generali della sanità, organizzati a Roma dalla FIASO (la Federazione italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere) a 40 anni dalla fondazione del Sistema sanitario nazionale. Innovazione tecnologica e nuovo approccio culturale sono stati i temi guida del fitto programma di incontri e workshop che hanno visto insieme numerosi esperti: dai teorici del management Borgonovi e Mintzberg; al Presidente emerito della Corte Costituzionale Valerio Onida; ai sociologhi De Masi e Moro; al biblista ed ebraista Cardinal Ravasi. Una sfida e un confronto a tutto campo per ridisegnare il futuro del sistema sanitario nazionale e non mancare l’appuntamento con nuove opportunità di ricerca.

TUMORE POLMONE PRIMA CAUSA ONCOLOGICA MORTE IN UE, DONNE CONTRO ‘BIG KILLER’

Il tumore del polmone è ormai la prima causa oncologica di morte in Europa: nel 2015 in Italia sono stati quasi 34.000 i morti per carcinoma polmonare e nel 2018 sono attese oltre 41.500 nuove diagnosi di cui oltre il 30% incidera’ nel sesso femminile. Women against lung cancer in Europe, costituita da 23 associazioni nazionali, ha presentato un report su diagnosi e cura di questa patologia, segnalando le disparità di accesso alle terapie che rendono drammatica la situazione in Europa dell’est e che non esentano il nostro Paese da problemi.
L’Italia, infatti, è indietro nell’adozione delle terapie innovative, con tempi di attesa di oltre 20 mesi tra l’approvazione Ema (Agenzia del farmaco europea) e la decisione di Aifa (Agenzia del farmaco italiana) e un ritardo tra i 6 e i 12 mesi tra l’approvazione italiana e l’uso sul territorio. Diverse ragioni per le quali “il tumore al polmone rimane un big killer”, ha dichiarato alla Dire Stefania Vallone, presidente di Lung cancer Europe.

ARRIVA IL ‘SI’ DEL MINISTRO AL TAVOLO REGIONI SU SPESA FARMACEUTICA

Clima più disteso tra le Regioni e il ministero della Salute. È arrivata l’adesione della responsabile Giulia Grillo al tavolo permanente proposto dalle Regioni sui temi della governance del farmaco, della spesa fermaceutica e sugli sforamenti dei tetti di spesa. “Un fatto positivo”, ha commentato il Presidente della Conferenza Stefano Bonaccini. Resta da capire se questo tavolo possa essere anche quello che dovra’ istruire il prossimo Patto per la Salute: ipotesi che dipenderà dall’identificazione delle risorse che saranno rese disponibili. Dalla Conferenza delle Regioni ribadiscono infatti che l’aumento di un miliardo del Fondo è insufficiente.

PER UNA VECCHIAIA DI SUCCESSO L’ELISIR E’ LO ‘SPRINTT’

Dieta e sport sono gli ingredienti della ricetta anti-invecchiamento. Si chiama ‘Sprintt’ ed è il progetto europeo coordinato dal centro di Medicina dell’invecchiamento del Policlinico Agostino Gemelli per i pazienti con fragilità muscolare. 200 pazienti di 70 anni a rischio di disabilita’ sono stati divisi in due gruppi e arruolati ad attività fisica e dieta personalizzata. Francesco Landi, coordinatore del progetto ‘Sprintt’, alla Dire ha raccontato un anno di lavoro e di studio sull’elisir per una vecchiaia di successo. Un obiettivo strategico per un Paese che tende ad avere una popolazione sempre piu’ anziana.

40 ANNI DI SISTEMA SANITARIO E LE SFIDE DELL’AUSL ROMAGNA

L’Ausl Romagna ha celebrato i 40 anni del Sistema sanitario nazionale facendo il punto sullo stato di salute del progetto di area vasta, incassando con grande favore il finanziamento completamente statale per il nuovo ospedale di Cesena. Quasi 160 milioni di euro che permetteranno di liberare risorse per altri progetti. Da un lato il sindaco della città romagnola, e presidente della Conferenza territoriale sociale sanitaria, Paolo Lucchi, ha sottolineato come, da sondaggio tra i cittadini, il sistema sanitario allargato alle tre province si meriti un bel 7. Dall’altro il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore alla Sanità Sergio Venturi hanno portato la buona notizia da Roma. Mentre il direttore generale dell’Ausl Romagna, Marcello Tonini, non ha perso l’occasione per togliersi dalla scarpa qualche fastidioso sassolino: “Mi sono stancato di sentirmi dire ‘che cosa l’avete fatta a fare’. C’è poco da scherzare se siamo ancora a questo punto”.

EXPOSALUS, GLI INFERMIERI VICINI A BISOGNI DEI CITTADINI

Stakeholder e professionisti della salute. Un binomio che ha animato Exposalus and Nutrition e che ha rappresentato un’opportunita’ da non farsi sfuggire per la Federazione nazionale ordini professioni infermieristiche. Alla Dire Ausilia Pulimeno, Vicepresidente Fnopi, durante la manifestazione che si è svolta a Roma fino a domenica, ha parlato della fiera della salute come di una possibilità per farsi conoscere meglio dai cittadini, per individuare interlocutori con i quali confrontarsi su nuovi sistemi assistenziali basati, ad esempio, sul principio della prossimita’ territoriale, particolarmente efficace nella gestione delle patologie croniche, e sul modello dell’infermiere di famiglia. La redazione dell’agenzia Dire esprime i propri auguri alla ministra della Salute, Giulia Grillo, che venerdì è diventata mamma dando alla luce il piccolo Andrea.

Condividi l’articolo:

Guarda anche:

12 Nov 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»