“Il cigno edizioni” fa 50 anni, asta di beneficenza per madri rifugiate

ROMA – “Un’asta di preziose opere d’arte per sostenere un progetto di inserimento nella societa’ di ragazze madri che hanno difficolta’ a mantenere se stesse e i figli”. È l’obiettivo della Casa Editrice ‘Il Cigno GG Edizioni’ che, per festeggiare i 50 anni di attivita’, ha organizzato un’asta di beneficenza nei Musei di San Salvatore in Lauro che sara’ battuta da Christie’s il prossimo 6 novembre alle 20. A presentare la serata ci sara’ l’attore e regista, Gianmarco Tognazzi, attore e Francesca Merloni, ambasciatrice Unesco. A seguire, prevista anche una cena. Il ricavato delle opere sara’ devoluto in beneficenza all’associazione ‘Alliance for African Assistance’, promotrice del progetto ‘Ragazze madri, cuciamo loro un futuro’. Le giovani mamme verranno iscritte ad un corso di taglio e cucito, affinche’ diventino sarte. Il presidente della Casa Editrice, Lorenzo Zichichi, spiega cosi’ il senso dell’iniziativa: “Abbiamo pensato di impiegare il valore delle opere d’arte per aiutare concretamente chi, nel nostro Paese, vive in condizioni disagiate. Vogliamo aiutare soprattutto le ragazze madri in difficolta’, che hanno il diritto di far crescere i propri figli in un contesto socio-economico meno precario e problematico”. “Ci ripromettiamo- aggiunge ancora- di aiutare un numero considerevole di donne, grazie anche alla generosita’ dei nostri amici, che sono gli artisti, gli autori, i collezionisti, i clienti, i fornitori che sostengono e frequentano la nostra Casa Editrice. Il futuro dell’Italia e’ nelle prossime generazioni ed e’ anche nostro compito permettere che i giovani meno fortunati possano avere la dignita’ che solo il lavoro puo’ dare. Lavorare e’ contribuire alla crescita del proprio Paese. L’esempio di una madre che lavora e’ linfa vitale”. Un percorso, quello de ‘Il Cigno’ – che opera da cinquant’anni in ambito artistico-culturale e scientifico – che parte da lontano con altre iniziative solidali e a sostegno di chi e’ in difficolta’. “In occasione dei quarant’anni di attivita’ abbiamo sostenuto un progetto in favore della Valle dei Templi di Agrigento- continua Zichichi- Abbiamo imparato, lavorando fianco a fianco con l’Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite e con Christie’s, che la generosita’ del mondo dell’arte nel suo complesso (artisti, autori, collezionisti, galleristi, amanti della bellezza) poteva trasformare l’arte in aiuto concreto a progetti umanitari.
Abbiamo raccolto oltre un milione di euro nelle varie edizioni di ‘Arte Contemporanea per i Rifugiati’. Formula poi ripetuta anche per altre associazioni benefiche. Adesso, per i nostri primi cinquant’anni abbiamo pensato ancora una volta di impiegare il valore delle opere d’arte per aiutare concretamente chi ha necessita’ e verte in condizioni disagiate in Italia”.
Tante le opere in asta, in mostra nel Museo Mastroianni, tra cui lavori di AES+F, Afro, Costanza Alvarez De Castro, Alberto Biasi, Tahar Ben Jelloun, Agostino Bonalumi, Gregorio Botta, Alex Caminiti, Bruno Caruso, Massimo Catalani, Bruno Ceccobelli, Ottavio Celestino, Antonio Corpora, Lucia Crisci, Ettore de Conciliis, Agostino De Romanis, Mirandolina Di Pitrantonio, Pietro Dorazio, Veronica Gaido, Natalia Gambino, Carlo Gavazzeni Ricordi, Alessandra Giovannoni, Emilio Greco, Carin Grudda, Pietro Guccione, Nedda Guidi, Giuseppe Imperato, Hans Hartung, Fathi Hassan, Claudio Koporossy, Ernesto Lamagna, Loris Liberatori, Paola Lo Sciuto, Giacomo Manzu’, Carlo Maria Mariani, Umberto Mariani, Umberto Mastroianni, Marino Marini, Matta, Francesco Messina, Igor Mitoraj, Riccardo Monachesi, Thomas Mustaki, Mimmo Paladino, Alice Paltrinieri, Giada Paolini, Cristiano Pintaldi, Pizzi Cannella, Fabrizio Plessi, Arnaldo Pomodoro, Jorrit Tornquist, Giuliano Vangi, Emilio Vedova ed Ortensio Zecchino. Il mondo dello sport ha contribuito all’iniziativa donando le maglie firmate di Totti, De Rossi, Nainggolan, Florenzi, D eko. Importanti maison della moda internazionale, Tod’s, Tory Burch, Vionnet e Olympia Le Tan, hanno invece devoluto al progetto preziose borse femminili. Il prestigioso albergo Hotel Villa Flori ha generosamente donato un soggiorno per 2 sul lago di Como.

12 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»