A Ferrara Giannini inseguita da Staffelli per il Tapiro d'oro - DIRE.it

Emilia Romagna

A Ferrara Giannini inseguita da Staffelli per il Tapiro d’oro

FERRARA – Il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, ‘inseguita’ a Ferrara da Valerio Staffelli di ‘Striscia la notizia’ per consegnarle il noto Tapiro d’oro. Dopo le contestazioni di insegnanti e sindacati quasi un mese fa alla festa del Pd ferrarese, oggi il ministro, in città per la firma dell’accordo per la valorizzazione delle aree e degli immobili pubblici di eccellenza della città di Ferrara – con i colleghi alla Cultura, Dario Franceschini, e alla Difesa, Roberta Pinotti – ha dovuto fronteggiare Staffelli.

Proprio lui, dall’inizio della cerimonia, era in agguato per consegnarle il tapiro. Alla fine dell’incontro si è fatto avanti, e le è corso dietro, tentando di darle la statuetta, senza però riuscirci. Bloccato dalle forze dell’ordine, Staffelli le ha gridato: “Nelle scuole manca anche la carta igienica e i genitori fanno le raccolte. Si faccia un esame di coscienza, quello che ha dato come ministero sono soltanto briciole di fronte a problemi gravi”. Ironia della sorte, all’inizio della cerimonia per la firma dell’accordo, il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani, aveva accolto Giannini dicendole che la città “le deve un incontro”. Quello del 17 settembre, infatti, era saltato e il ministro se ne era andata senza poter parlare, proprio di fronte alle proteste di una parte del mondo della scuola.

di Angela Sannai

Giornalista professionista

12 ottobre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»