Merola: “Ronchi è bravo: l’ho licenziato per le sue parole”

BOLOGNA – “Ho provveduto a revocare la nomina di Alberto Ronchi“. E’ bastato poco piu’ di un minuto a Virginio Merola per ufficializzare in Consiglio comunale il licenziamento del suo assessore alla Cultura. Intervenendo come prevedono le norme in apertura dell’assemblea, il sindaco di Bologna ha confermato l’assunzione delle deleghe lasciate vacanti da Ronchi, quelle alla Cultura e ai rapporti con l’Universita’.

merola

“Confermo il mio giudizio su Alberto Ronchi, e’ stato un buon assessore alla Cultura”, ha aggiunto Merola in aula. “E’ pero’ venuto meno, come credo sia evidente dalla lettura dei giornali, il rapporto di fiducia dopo le sue dichiarazioni in particolare nei miei confronti”. A Merola ha subito replicato il consigliere di Forza Italia Lorenzo Tomassini, che vorrebbe vedere licenziare anche il responsabile della Mobilita’ Andrea Colombo. “La mia speranza oggi e’ che le revoche fossero due”, ha detto in aula. Qualcosa pero’ potrebbe succedere nella maggioranza di centrosinistra. Il gruppone Pd ha discusso nel consueto briefing pre-Consiglio dell’ordine del giorno sullo sgombero di Atlantide firmato da Tommaso Petrella e Corrado Melega. Anche se non sono mancate posizioni piu’ “centriste”, l’odg dovrebbe essere tale da non provocare strappi definitivi con Sel. “In questa citta’ non si puo’ rompere a sinistra”, e’ la convinzione dei dem.

di Mirko Billi

Giornalista professionista

12 Ott 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»