Taxi, a Firenze arrivano 100 nuove licenze (di cui 70 elettriche)

FIRENZE – La riorganizzazione del servizio taxi a Firenze, a cui il Consiglio comunale si appresta a dare il via libera, “è un passaggio storico: per la prima volta votiamo una delibera da 100 nuove licenze taxi, di cui 70 elettriche. Si tratta, quindi, di una grande svolta anche nel panorama nazionale perché quest’innovazione tecnologica sta nel solco del rispetto dell’ambiente”. E’ così che il sindaco Dario Nardella ha illustrato la delibera all’esame dell’aula, frutto del compromesso tra Palazzo Vecchio e i tassisti.

comune firenze

“Con questa delibera- continua il sindaco- ci guadagnano i fiorentini”. Un’operazione “fatta in un mese, anche a dispetto di chi diceva che non ci saremmo mai riusciti”. Per Nardella “non si è trattato di una resa dei tassisti”, che hanno annullato lo sciopero proclamato per il 21 ottobre e fatto rientrare la protesta che li ha portati nei giorni scorsi a non rispondere in vettura alle chiamate radio, azzerando di fatto il servizio prenotazioni. “Molti di loro- spiega il primo cittadino- si sono resi conto che la città in queste condizioni, tra file e grandi attese, non poteva andare avanti”. E Firenze, prosegue, “deve essere una città al top, sia quando si parla di prestigio che dell’organizzazione dei servizi”. I tassisti, conclude Nardella, “hanno compreso che la nostra non è stata una battaglia ideologica, ma un’azione finalizzata a migliorare il servizio. Con questi 12 punti e con le 100 nuove licenze, infatti, vince la città”.

12 Ott 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»