Aifi festeggia 27.000 preiscritti all’ordine; Walkme, il supporto utile ad orientare i malati di Parkinson

AIFI FESTEGGIA 27MILA PREISCRITTI ALL’ORDINE

Sono ben 27mila i fisioterapisti che già hanno completato le procedure di preiscrizione alla piattaforma dell’ordine che si è appena costituito. “Con l’iscrizione all’Albo – ha commentato il Presidente dell’AIFI Mauro Tavarnelli in occasione dell’evento nazionale organizzato a Tirrenia per la Giornata mondiale della Fisioterapia – cambia praticamente tutto. Per i professionisti c’e’ finalmente il riconoscimento e la tutela della loro professione, per i cittadini la possibilità di sapere se il professionista e’ realmente abilitato, in quanto tutti i fisioterapisti devono essere iscritti all’Albo e all’Ordine professionale. Se un cittadino non trova nel registro il professionista- conclude- vuol dire che si tratta di un abusivo”.
Per la giornata mondiale l’AIFI ha organizzato in tutte le regioni una serie di eventi che hanno coinvolto i cittadini per dimostrare quanto sia importante il sostegno della fisioterapia per il loro benessere dall’infanzia alla terza età.

DOPO DI NOI: FONDI ALLE REGIONI E OSA PRESENTA HOUSING SOLIDALE

E’ in arrivo anche la terza tranche del fondo per il ‘Dopo di noi’: 51,1 milioni per il 2018, ripartiti in base al decreto interministeriale che coinvolge i dicasteri del Lavoro, Famiglia e disabilità, Salute ed economia ed istituito dalla legge 112/2016 in favore delle persone con disabilità grave e prive del sostegno familiare. La fetta maggiore va alla Lombardia, con oltre 8,5 milioni di euro. Seguono la Campania e il Lazio, cui vengono assegnati rispettivamente circa 5,1 milioni. Tra le prime realtà ad occuparsi di questo tema la cooperativa Osa, che ha presentato ‘Durante e dopo di Noi. Casa Osa’ un nuovo progetto di housing solidale, presentato a Papa Francesco che il 24 giugno ha visitato i disabili ospiti della cooperativa radunati al Casale 4.5, a Roma. La struttura può ospitare 8 persone e prevede la realizzazione di una fattoria sociale, uno spazio all’aperto dove organizzare eventi, attività ludiche-didattiche e laboratori artigianali di arte orafa, produzione di birra e shop dei prodotti realizzati al fine di offrire a queste persone un futuro certo.

AL FESTIVAL ROBOTICA: CULTURA, SCIENZA E CONSERVAZIONE PATRIMONIO

Si avvicina la seconda edizione del Festival Internazionale della Robotica, in programma a Pisa dal 27 settembre al 3 ottobre e promette tante novità in più rispetto all’edizione precedente. Medicina, chirurgia, tecnologia, ma anche agricoltura, veterinaria, economia, etica, filosofia e regolamentazione giuridica, diagnostica, restauro e conservazione dei beni culturali tra i temi trattati. Nel corso del convegno ‘La robotica per la riabilitazione e l’asistenza: la centralità della persona con disabilità dalla ricerca alla pratica clinica’, in particolare, verrà presentato lo stato dell’arte delle terapie riabilitative assistite da robot insieme alla discussione delle sfide scientifiche e tecnologiche in questo settore per il prossimo decennio suddivise in tre sessioni di lavori due la mattina ed una pomeridiana.

WALKME, IL SUPPORTO UTILE AD ORIENTARE I MALATI DI PARKINSON

Pensato per dare una risposta al problema che viene definito ‘freezing’, l’immobilità improvvisa, comune nei malati di Parkinson, WalkMe è stato testato per 4 anni nell’ospedale di Montpellier da un’equipe di medici, fisioterapisti, chinesiterapisti, neurologi, infermieri e farmacisti. Tramite impulsi sonori trasmessi al cervello, lo strumento consente al paziente di orientarsi sopperendo alla mancanza di percezione delle onde ritmico-uditive. Queste vengono messe a punto dal medico in base al tipo di esigenza e allo stato sanitario in cui si trova il soggetto.

EKSO, L’ESOSCHELETRO RIABILITATIVO SBARCA ALLA MOSTRA DI VENEZIA

Un esoscheletro indossabile, prodotto nel 2012 dall’azienda di robotica Ekso Bionics, è in grado di aiutare le persone con problemi di mobilità ad affrontare le terapie finalizzate alla riabilitazione. La tuta bionica può essere utilizzata da pazienti affetti da paralisi dovuta a ictus, lesioni del midollo spinale e altre malattie. Tramite la piattaforma i dati di ogni seduta di riabilitazione possono essere salvati nel cloud, rendendo più semplice e immediato per i fisioterapisti valutare l’efficacia del percorso terapeutico. L’esoscheletro robotico è apparso alla 75esima Mostra del cinema di Venezia nel cortometraggio “Roba da grandi”, diretto da Rolando Ravello.

AL VIA IL PROGETTO DI RIABILITAZIONE INTEGRATA PER LA DONNA OPERATA AL SENO

L’Associazione ‘Lavorare Insieme Nella Comunità’ (LINC) promuove anche quest’anno la realizzazione del progetto Artemisia per la riabilitazione integrata della donna operata al seno. Il progetto durerà fino a novembre e coinvolge 20 donne divise in gruppi e prevede due momenti, quello della fisioterapia in acqua e quello dedicato alla scrittura espressiva. “Come suggerito nella letteratura scientifica, la sinergia tra fisioterapia e scrittura, all’interno della stessa sessione riabilitativa- ha spiegato la LINC-potenzia gli effetti degli esercizi, aumenta la consapevolezza del proprio corpo ed il benessere percepito”.

12 settembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»