AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE welfare

‘Born2code’, l’Academy di coding per 20 giovani talenti/ Video

ROMA –  Venti giovani talenti, selezionati in base a un’autocanditura e a una successiva preselezione, frequenteranno un corso di 3 mesi full immersion presso le strutture di Luiss Enlabs. E’ la prima edizione di ‘Born2code’, l’Academy di Coding per aspiranti sviluppatori informatici finalizzata all’apprendimento della programmazione web e mobile. Presentata presso gli spazi del museo di Arti moderne, è organizzata da Groupama Assicurazioni in collaborazione con partner internazionali come: Codemotion, LUISS EnLabs, MAXXI, Softlab, Octo Telematics, Simplon.co.

Il progetto trae ispirazione da un metodo didattico innovativo ispirato all’Ecoles numeriques francese di Simplon.co e si rivolge a ragazzi e ragazze di età compresa tra i 18 e i 30 anni con l’obiettivo di far acquisire competenze in ambito di programmazione attraverso un percorso di alfabetizzazione informatica. Ai lavori hanno partecipato Christian Kirschniak, Vp and managing partner Watson Consulting Leader Europe, Frederic Bardeau, presidente e fondatore Simplon.co, Fabio Bocchi, General manager di University 2Business e Adjunct Professor presso il Mip, Yuri Narozniak, Direttore generale Groupama Assicurazioni.


Rughetti: “Italia ancora indietro”

E’ intervenuto anche il sottosegretario al ministero per la Semplificazione e Pubblica amministrazione, Angelo Rughetti, che ha evidenziato come “nel confronto con altri Paesi europei l’Italia è un po’ indietro. Francia, Spagna, Inghilterra e Germania sono molto avanti e abbiamo difficoltà di recupero, ma negli ultimi due anni siamo risaliti di un paio di posizioni. Il gap vero che abbiamo è sulle competenze digitali: sono ancora pochi gli italiani che utilizzano il digitale per lavoro e molti che pensano sia solo un metodo di comunicazione”.


Melandri: “Con hackatlon il Maxxi sarà più interattivo”

Giovanna Melandri, presidente Fondazione Maxxi ha sottolineato che “il Maxxi da un po’ di anni sta lavorando molto intensamente sul tema della sua proiezione digitale, sui social, sui temi dell’interattività e della partecipazione del pubblico. Siamo convinti che con l’hackathon, che faremo grazie a Groupama nel quadro dell’academy ‘Born2Code’, verranno realizzate delle applicazioni, dei prodotti che renderanno il Maxxi più interessante, interattivo, accogliente e aperto. Il Maxxi è un grande museo d’arte, di architettura, di videoarte, ma è anche un laboratorio di futuro in cui incontriamo quotidianamente i protagonisti dell’intelligenza artificiale, dell’innovazione tecnologica, del mondo del futuro, una caratteristica che sta dando un’identità a questa istituzione”.


Presenti anche Domenico Nesci, Partner Lventure Group, e Chiara Russo, Ceo Codemotion. A partire da settembre, i 20 talenti selezionati seguiranno i corsi presso uno dei più grandi acceleratori di startup in Europa, con docenti e tutor di Codemotion – hub per l’innovazione che organizza la più grande conferenza tecnica per sviluppatori software in EMEA – coadiuvati dagli altri partner tecnologici internazionali, come Octo Telematics e Softlab che curerà i seminari tematici e di approfondimento.

Il corso

Il programma del corso è strutturato in 11 moduli organizzati in lezioni teoriche e laboratori di pratica, con accesso illimitato alle aule. Un format unico e disruptive, che prevede lezioni frontali ma con un approccio hands-on. I partecipanti affronteranno argomenti come HTML5, CSS, Responsive Design, UX/UI, Ajax JavaScript e i suoi Framework.

Durante il corso ‘Born2Code’, ai partecipanti coinvolti sarà data inoltre la possibilità di prendere parte ad un Hackathon organizzato e ospitato dal MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, una vera e propria maratona di programmazione ininterrotta di 36 ore, in cui potranno mettere in pratica le nozioni acquisite e confrontarsi con esperti del settore. Le candidature potranno essere inviate fino al 30 giugno 2017 sul sito www.born2code.it, compilando l’apposito form di partecipazione.

Narozniak: “Groupama a sostegno di giovani e start up”

A prima vista sembrerebbe strano vedere una azienda di assicurazioni finanziare una scuola di coding, ma in realtà se si guarda alle dinamiche del mercato del lavoro e al futuro prossimo si comprende come Groupama non sta facendo altro che anticipare i tempi per farsi trovare preparata. Il futuro delle compagnie assicurative sarà quello di prevenire il rischio più che indennizzare i danni, come sottolinea Yuri Narozniak, direttore generale di Groupama Assicurazioni: “‘Born2Code’ prosegue l’esperienza avviata 2 anni fa da Groupama a sostegno di giovani e start up. Con questa Academy offriremo una vera e propria opportunità formativa, totalmente gratuita, in linea con la dimensione di responsabilità sociale del nostro Gruppo e con la nostra identità fortemente orientata ad integrare la componente digitale a sostegno dei nostri 1.000 agenti nel servizio verso i clienti, soprattutto in materia di prevenzione del rischio. Born2Code costituisce infatti un’opportunità concreta per i giovani in cerca di occupazione e siamo lieti di avere con noi partner internazionali di grande prestigio”.

12 settembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988