Welfare

Minori, Iori (Pd): “Subito un piano nazionale contro lo sfruttamento”

lavoro_minorile_amnesty

ROMA – “In occasione della giornata mondiale contro il lavoro minorile siamo tutti politicamente chiamati a trovare risposte su una condizione inaccettabile che nel mondo riguarda circa 380.000 minori sotto i 16 anni e che nel nostro Paese interessa il 7% della popolazione nella fascia d’età tra i 7 e i 15 anni: credo perciò che sia urgente valutare la necessità di mettere in campo un piano nazionale mirato contro lo sfruttamento di bambini e adolescenti“. Lo afferma la deputa del Pd e responsabile nazionale del partito per l’infanzia e l’adolescenza, Vanna Iori.

Poi, osserva: “Papa Francesco ha sottolineato oggi la necessità di intensificare gli sforzi per rimuovere le cause di questa schiavitù moderna, che priva milioni di bambini di alcuni diritti fondamentali e li espone a gravi pericoli. La dolorosa realtà del lavoro minorile, infatti, non solo priva le bambine e i bambini della loro infanzia, ne compromette l’educazione e il percorso scolastico, la salute, la sicurezza, lo sviluppo e il rapporto con i coetanei, ma ne pregiudica a lungo termine ogni prospettiva futura e la possibilità di garantirsi un’istruzione e un lavoro dignitoso”, sottolinea Iori. Infine, conclude: “Ho presentato in tal senso alla Camera un’interrogazione al ministro del Lavoro, perchè è necessario pensare a un piano nazionale contro il lavoro minorile, partendo dall’attivazione di un sistema di raccolta dati aggiornati e da un monitoraggio su tutto il territorio italiano, avvalendosi anche del contributo dell’Istat. Conoscere questo fenomeno nel dettaglio è il primo passo imprescindibile per mettere in campo soluzioni più adeguate e incisive rispetto a quelle attuali”.

12 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»