Comunali, Marino: "Io e Alemanno? Giachetti nervoso e disonesto" - DIRE.it

Lazio

Comunali, Marino: “Io e Alemanno? Giachetti nervoso e disonesto”

I. Marino

ROMA – “Vedo che il vicepresidente della Camera, Roberto Giachetti, temporaneamente candidato a sindaco di Roma, mi accomuna al mio predecessore, Gianni Alemanno, in un disperato tentativo di screditarmi in vista dei ballottaggi di domenica prossima. E’ molto triste dover constatare che una persona che ricopre un così elevato ruolo istituzionale si riduca a simili bassezze, rivelando scarsa capacità di controllare i nervi e profonda disonestà intellettuale”. Lo scrive l’ex sindaco Ignazio Marino, che osserva: “Mettere in relazione me ed Alemanno significa essere in totale malafede ed essere mossi da un sentimento di ripicca, del tutto incompatibile tanto con il ruolo istituzionale che Giachetti ricopre, quanto con quello che si candiderebbe a ricoprire”.

Poi, prosegue: “Vorrei anche ricordare, per inciso, che mentre io mi sono sempre rifiutato di fare accordi consociativi con la destra, ad unire le forze dal notaio con i consiglieri eletti con Alemanno e con Marchini furono i consiglieri del Pd, gli stessi che adesso lui candida nelle sue liste. Auguro quindi al candidato di Renzi di ritrovare la necessaria serenità per vivere questi ultimi giorni di campagna elettorale in modo maturo, senza far ricorso a metodi e a dichiarazioni infantili che non potrebbero che fargli perdere altri voti”.

12 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»