Ceriscioli contro Maroni: l’immigrazione è un peso da dividere fra tutte le regioni

“Distribuire i migranti fra le varie regioni, senza che nessuno si sottragga a questo compito e anche all’interno di ogni singolo territorio”. Così Luca Ceriscioli, nuovo presidente in carica delle Marche, sul delicato tema dell’immigrazione e dell’accoglienza ai rifugiati. Ceriscioli bacchetta Roberto Maroni, presidente della Lombardia, quando ricorda che ogni regione deve fare la propria parte ma non risparmia una stilettata anche a quei comuni che non accettano la propria quota di migranti.

“Non ci deve essere un carico eccessivo su alcuni comuni- spiega il presidente- perché altri non li vogliono. Questo è un evento eccezionale, perché di questo si tratta, dovuto ad una serie di fattori”.

Ma per Ceriscioli non è solo l’Italia a doversi mobilitare per questa emergenza, ma “anche l’intera Unione europea deve farsi carico di questo peso. E’ un grande salto che si chiede per diventare anche una comunità solidale. In questo modo avremo anche più il senso del valore di stare all’interno dell’Unione europea”.

 

12 Giu 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»