A Milano un capotreno viene aggredito col machete, in Tv volano insulti tra Salvini e Rossi

poliziaViolenta aggressione, giovedì notte, in un treno regionale di Milano. Un capotreno rischia di perdere un braccio dopo essere stato aggredito con un machete da una gang di ragazzi “latinos” che lo ha aggredito solo per aver chiesto il biglietto. I possibili aggressori sono stati fermati poco dopo dalla Polizia.

Inevitabili, e violentissime, seppur solo verbalmente, le reazioni, con uno scontro in diretta su Sky Tg 24 tra il leader della Lega, Matteo Salvini e il governatore della Toscana, Enrico Rossi. “Uno a Milano vuole prendere il treno, non la scabbia. Nelle altre città d’Europa ci sono 100 malati di scabbia che bivaccano nelle stazioni di Monaco di Baviera o della Francia o della Svizzera. Noi siamo Terzo mondo” ha esordito Salvini.

“Lei fa il razzista etnico. Lei è un razzista etnico- ha replicato a brutto muso Rossi- Mi faccia il caso di una sola persona che è salita su un treno e ha preso la scabbia. Lei racconta balle in tv anche riguardo alle malattie ed è una cosa grave. Io so di pidocchi che girano nelle scuole e non sono pidocchi di immigrati”.

“Razzista etnico sarà lei con tutta la sua famiglia- ha replicato Salvini che poi ha abbandonato lo studio- Razzista etnico sara’ lei e tutta la sua famiglia fino al quarto grado. Io voglio prendere il treno tranquillamente senza prendere la scabbia e senza quelli con il machete”.

12 giugno 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»