Libia, raid aerei delle forze di Haftar. Conte istituisce unità di crisi a Palazzo Chigi

I feriti sarebbero più di 300, mentre le persone costrette a lasciare le proprie case circa 9.500.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Aerei delle forze del generale Khalifa Haftar hanno bombardato oggi l’aeroporto di Tripoli e la base di una milizia alleata del governo guidato da Fayez Al-Serraj a Zuwara, a ovest della capitale: lo hanno riferito fonti citate dalla stampa locale e internazionale.

Secondo queste ricostruzioni, l’entità dei danni causati dai raid resta da chiarire. Zuwara è una località situata non lontano dal confine con la Tunisia e dall’impianto di Mellitah, gestito dalla società petrolifera Libyan Oil Company insieme con il gruppo italiano Eni.

Secondo stime diffuse oggi dalle Nazioni Unite, nell’ultima settimana gli scontri tra l’Esercito nazionale libico che fa capo ad Haftar e le forze fedeli all’esecutivo di Serraj hanno causato almeno 75 morti, dei quali 17 civili. I feriti sarebbero più di 300, mentre le persone costrette a lasciare le proprie case circa 9.500.

LIBIA. CONTE SENTE MERKEL, ISTITUITO GABINETTO DI CRISI A CHIGI

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha convocato questo pomeriggio a Palazzo Chigi un Gabinetto di crisi sulla Libia al fine di informare tutti i ministeri competenti sull’evolversi della situazione nel paese libico.

Il Presidente del Consiglio segue da vicino e costantemente il dossier libico e continui sono i contatti dello staff diplomatico di Palazzo Chigi con gli Usa, la Francia e i principali attori internazionali. A quanto si apprende il Presidente Conte ha sottolineato che il Gabinetto di crisi sarà attivo fino a quando la crisi libica non sarà rientrata. La struttura sarà a disposizione di tutti i Ministeri coinvolti in modo da consentire una gestione coordinata del dossier.

Nella giornata di oggi il Presidente Conte ha avuto anche un colloquio telefonico sul tema con la Cancelliera tedesca Angela Merkel.

LEGGI ANCHE:

Libia, Gentiloni al governo: “Mai così isolati, cambiate rotta e vi sosterremo”

Libia, la paura di Conte: “Rischio crisi umanitaria con conseguenze sui flussi migratori”

Libia, l’appello dal centro di detenzione dei migranti: “Salvateci”

Caos Libia, Conte: “L’Ambasciata resta aperta, scongiurare guerra civile”. E Salvini minaccia la Francia

Libia, la testimonianza dalla linea del fronte: “Presto a Tripoli una crisi umanitaria”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

12 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»