“Analisi tarocca” e “insulto all’intelligenza degli italiani”: opposizioni all’attacco sulla Tav

Le opposizioni vanno all'attacco dopo la pubblicazione del rapporto costi-benefici sul tav
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il governo si spacca sull‘analisi costi-benefici sulla Tav, e le opposizioni partono all’attacco. Ecco le principali reazioni delle forze politche di minoranza presenti in parlamento.

TAV. DELRIO (PD): ANALISI INAFFIDABILE PILOTATA DALLA POLITICA

“Uno studio cieco e inaffidabile totalmente guidato e pilotato dalla politica”: è secco il commento del capogruppo del Pd alla Camera, Graziano Delrio all’analisi costi benefici del governo sulla Tav.

“Con questo metodo- sottolinea Delrio- non avremmo mai avuto l’autostrada del Sole né l’Alta velocità ferroviaria Napoli-Milano. Dicendo no alle infrastrutture e agli investimenti pubblici il governo blocca il Paese e chiude le porte allo sviluppo e al lavoro contraddicendo tutti i precedenti studi che avevano valutato positivamente un’opera fondamentale per trasferire il trasporto delle merci dalla gomma al ferro con evidenti vantaggi ambientali. La Torino Lione serve non solo all’economia del nord-ovest ma è strategica per tutto il Paese”.

TAV. BERNINI: VALUTAZIONE-FARSA, ORA COMMISSIONE TOTO’

“Il teorema Toninelli sulla Tav, confermato dalla commissione Ponti, prevede più costi che benefici per 7 miliardi di euro gonfiando a dismisura i costi e sottovalutando i benefici economici e ambientali oltre che l’entità delle penali. Un verdetto a tavolino, insomma, deciso da tempo, una farsa che arriva con tempismo sul tavolo del governo proprio nei giorni di Carnevale. Ora ci aspettiamo che Toninelli ordini, con gli stessi criteri, la valutazione costi-benefici per la vendita della Fontana di Trevi alla commissione Totò”. Lo afferma il presidente dei senatori di Forza Italia, Anna Maria Bernini.

TAV. MELONI: GRILLINI NON INSULTINO INTELLIGENZA ITALIANI

“L’analisi costi/benefici sulla TAV pubblicata dal Ministero dei Trasporti secondo cui ci sarebbero danni per 7 miliardi e benefici di meno di un miliardo, è una buffonata degna solo del Movimento 5 Stelle. I grillini non insultino l’intelligenza degli italiani, dicano semplicemente che sono contrari alla TAV e a tutte le grandi opere per ragioni ideologiche e ci risparmino queste prese in giro”. Lo scrive su facebook Giorgia Meloni (Fdi).

TAV. FRATOIANNI: INUTILE, COME SOSTENIAMO DA ANNI, GOVERNO ORA AGISCA

“Si conferma l’inutilità della Tav, come sosteniamo da anni”. Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali.

“Ora il governo vada fino in fondo- prosegue il leader di SI- con un mandato chiaro però. Utilizzare cioè- conclude Fratoianni- le risorse risparmiate per investimenti immediati nel trasporto pubblico locale, per migliorare i collegamenti e la vita di studenti e lavoratori pendolari”. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

12 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»