Cultura

Cinema America, Verdone: “Roma violenta e spenta, bene l’arena nelle periferie”

ROMA – “Non posso che essere molto contento e soddisfatto. È un dolore andare via da piazza San Cosimato, dove è nato tutto, ma che è stata il motore di avvio di qualcosa che sta diventando più grande. Vi allargherete in zone della periferia della città come Ostia, che è un luogo importante. Ben vengano manifestazioni culturali e di condivisione e aggregazione come questa”. A dirlo è l’attore e regista Carlo Verdone durante il suo intervento al We Gil, dove l’associazione Piccolo Cinema America, guidata da Valerio Carocci, ha presentato il suo nuovo progetto di arena nelle periferie romane dopo la decisione del Campidoglio di inserire piazza San Cosimato nel bando dell’Estate romana.

Mi piace questo entusiasmo che avete– aggiunge Verdone rivolgendosi ai ragazzi- mi ricorda il percorso del grandissimo Renato Nicolini, che è stato un grandissimo esempio. Andare nelle periferie è fondamentale, perché in questa città così violenta, degradata e spenta, dove non succede niente, voi date motivi di sana aggregazione. Valerio, sei arrivato dove dovevi, ti hanno messo i bastoni tra le ruote, potevi accettare il bando, che avresti vinto, ma è più importante quello che farai ora, in questi posti c’è bisogno di voi. Ti auguro il migliore dei successi, conta sempre su di me. Mi dispiace per quello che è successo, ma tu fai molto più del bene ad andare in quelle zone. Questo braccio di ferro era diventato estenuante. Sappi che noi siamo con voi“.

12 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»