Alla Sm.Art lounge, i videogiochi che diventano opere d’arte

quadro_videogioco

SAN MARINO – Quando Pac Man invade l’arte plastica e pittorica: è stata inaugurata oggi la nuova mostra dal titolo “Art in the age of videogames” che dal 12 febbraio e sino al 16 marzo, sarà ospitata nei locali della Sm.Art Lounge di San Marino. La mostra, una monografica dell’artista vicentino Enrico Mitrovich che raccoglie circa 20 opere che alternano pitture, incisioni elegantemente abbinate a cornici degli anni ’30 e quadri che, come fossero piccole sculture, ripropongono le prime schede grafiche utilizzate quando ancora i microchip non erano oggetti comuni.

“Il videogioco di base è un rifugio dal quotidiano– commenta l’artista vicentino- una forma di evasione dagli schemi del nostro tempo, amo Pac Man e lo raffiguro spesso nei miei dipinti proprio perché in lui rivedo quell’essenzialità del tratto che è poi caratteristica di tutti i videogiochi di prima generazione, arcade appunto”. Curatrice della mostra e titolare della galleria è Marcella Michelotti, che motiva la scelta del tema dell’esposizione: “Mettiamo in mostra il primo periodo dell’artista, puntando su un tema interessante dal punto di vista grafico e sulla sintonia fra la nostra roccia ed il segno”. Inoltre, “molti musei di arte contemporanea stanno acquistando opere relative ai primi videogiochi proprio per il valore di testimonianza di un’epoca breve ma in cui sono state gettate le basi dei tempi che stiamo vivendo- prosegue- abbiamo voluto allineare anche San Marino a questa tendenza internazionale“.

12 Feb 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»