AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE marche

Dalle Marche al Ghana, 3 studenti ingegneri costruiranno una scuola

ANCONA – L’Università Politecnica delle Marche grazie al lavoro di un team di studenti del Corso di Ingegneria edile Architettura realizzerà una scuola in Africa, in Ghana. Gli studenti hanno presentato un progetto dal titolo “Inside Out” vincendo un concorso internazionale, indetto dalla NKA Foundation, con il quale realizzeranno questa estate la struttura scolastica. La realizzazione della scuola è prevista in autocostruzione, attraverso un workshop da realizzare sul posto, coinvolgerà diversi volontari e partirà con una raccolta fondi. Un progetto sostenibile che punta a migliorare lo stato delle costruzioni e la crescita culturale di un Paese come il Ghana in cui più di 500.000 bambini sono analfabeti per carenza di edifici scolastici. Sono pronti per partire a giugno gli studenti che hanno realizzato il progetto Andrea Tabocchini e Francesca Vittorini e la studentessa Lori Zillante. Per tutti gli iscritti all’Univpm che vorranno partecipare l’ateneo metterà a disposizione una serie di borse di studio.

InsideOut è un progetto umanitario no-profit che cerca di offrire una soluzione sostenibile a livello ambientale, sociale ed economico in una realtà fortemente disagiata. Per diventarne protagonisti e sponsorizzarlo, è possibile fare una donazione tramite bonifico bancario all’associazione culturale “Build To Make A Change”, fondata dagli studenti Univpm Francesca Vittorini, Andrea Tabocchini e Lori Zillante per gestire la realizzazione di questo progetto. Tutti sono invitati a partecipare: volontari, professionisti, studenti di architettura / ingegneria / design / paesaggio, così come artisti, fotografi e video artisti. La partecipazione minima è di 2 settimane. Gli studenti possono utilizzare la possibilità di stage, ricerca personale o tesi. Per iscriversi è necessario inviare una e-mail con il cv e una breve lettera di motivazione a [email protected]

12 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram