AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Forza Nuova torna in piazza A Bologna: “Riaprire il Cie”

BOLOGNA – Sabato mattina torna in piazza a Bologna Forza Nuova: “Contro i privilegi dei prepotenti, per il diritto alla sicurezza e alla nostra identità”, scrivono in una nota i militanti di estrema destra, dando appuntamento per le 10.30 in piazza Santo Stefano. La battaglia è quella per riaprire anche sotto le Due Torri un Centro di identificazione ed espulsione (Cie) dei migranti irregolari, contrastata dal sindaco Virginio Merola e dal Pd locale. “Il sindaco Merola afferma che a Bologna non c’è il clima per costruire un nuovo Cie per incompatibilità ambientale: tradotto in parole povere, che la nostra città è in balia di centri sociali e antagonisti vari”, scrive Forza Nuova.

“La giunta Merola, sia nel mandato passato che in quello nuovo, è fortemente condizionata da ciò che pretendono con le buone o con le cattive i coccolatissimi centri sociali, l’atteggiamento più che morbido del nostro sindaco nei confronti delle continue occupazioni di edifici ne è la riprova”. Di questo clima “risente anche la nostra Questura: per l’ennesima volta la nostra sacrosanta libertà di espressione nel quartiere Bolognina viene negata, motivazione: la presenza del centro sociale Xm 24”. A Bologna, sostiene Fn, “ci sono quindi quartieri off limits per chi non è allineato al pensiero della nostra amata giunta, ci pensano i cagnolini da guardia della giunta a far rispettare il politically correct, i falsi ribelli dell’Xm24 che, grazie a una convenzione col Comune, risiedono in via Fioravanti senza pagare un euro. È per protestare contro questo scandaloso sistema che vige nella nostra città”.

di Mirko Billi, giornalista professionista

12 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram