AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE SOCIETA'

Gli italiani anche per il porno ‘guardano’ la mamma

ROMA – Che gli italiani siano un paese di mammoni è un fatto che va oltre il luogo comune. A portare le prove un’indagine di Eurostat dello scorso ottobre, secondo cui il 67% dei ‘giovani adulti’ vive ancora a casa con papà e mamma, appunto. Ora la passione degli italiani per le mamme è in qualche modo certificata dal report annuale di Pornhub, il popolare sito hard da 87,8 miliardi di video visualizzati all’anno, oltre 60 milioni di visite giornaliere.

Per Pornhub, infatti, andando nello specifico del nostro Paese, la categoria più cercata sul sito è proprio quella delle Milf, un acronimo che indica appunto la passione (sessuale) per le mamme. Al secondo posto ‘Mature‘, al terzo, quasi per contrasto, ‘Teen‘. Come parola chiave, invece, siccome siamo un paese nazionalista, gli internauti del porno cercano la parola ‘Italian’, al secondo ancora Milf, al terzo Footjob. E più giù le varie ‘pubblico’ (il sesso all’aperto), ‘amatoriale’, ‘matrigna’.

Come pornostar, invece, l’astro nascente Valentina Nappi ha decisamente superato Rocco Siffredi (prima contro terzo), mentre gli uomini sono di gran lunga più appassionati delle donne di porno virtuale: 77% contro il 23%, mentre spicca il 46% delle donne giamaicane che naviga sul web, su Pornhub, alla ricerca di emozioni forti. In generale, a proposito del traffico su pornhub, gli Stati Uniti si confermano assolutamente in testa alla classifica a livello mondiale, davanti a Gran Bretagna e Canada.

Solo nona l’Italia, che ha anche perso un posto, meglio di Brasile e Messico, decima e undicesima, che si sfidano per la top ten. Consistente l’impennata dei giapponesi, che in un anno guadagnano sette posizioni (sono 5^).

Per quanto riguarda l’età dei visitatori online, la maggioranza italiana è decisamente giovane: la fascia 18-24 e 25-34 sono prime a pari percentuale (27%), mentre cerca il porno virtuale solo il 6% degli ultra 65enni. Non solo. Perché gli italiani sono quelli che stanno meno tempo di tutti sul porno online: un minuto sotto la media mondiale, 8 minuti e 37 contro i 9 e 36. Infine, a proposito dei gusti (ma qui il dato è generico), le donne preferiscono… le donne, come dimostra la ricerca soprattutto di ‘lesbiche’, poi gli uomini di colore e i giochi a tre. All’altra metà del cielo, invece, piacciono le celebrità, le mamme e le giapponesi. La passione, si sa, non ha orario. Per cui, una volta che ti assale evidentemente bisogna soddisfarla. E infatti secondo il report il 61% guarda il sesso virtuale sui telefonini, l’11% sui tablet e il 28% comodamente su un pc.

12 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988