Pd, ex renziani verso sì a Martina. Ma l’area si spacca

Il presidente dei senatori Andrea Marcucci ha invitato a convergere su Martina, ma circa un terzo dei presenti vorrebbe un candidato di area renziana
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A quanto apprende la Dire gli ‘orfani’ della candidatura di Marco Minniti, riuniti nel primo pomeriggio alla Camera, sono orientati a sostenere Maurizio Martina, l’ex vicesegretario di Matteo Renzi. Ma non tutti convergono su questa opzione. E il vivace scambio tra Renzi e Martina di queste ore da’ il segno della divisione interna. Se ieri Renzi ha detto di aver sbagliato a non “ribaltare” il partito, a “non usare il lanciafiamme”, Martina a stretto giro osserva che il lanciafiamme non serve, “serve ago e filo per ricucire”. Uno scontro che la dice lunga sulla distanza tra i due.

Singolare che dall’area renziana sia partita una convocazione per valutare il sostegno a Maurizio Martina. Non a caso molti renziani non sono andati alla riunione. Michele Anzaldi, interpellato alla Camera, a chi gli chiede come mai non abbia partecipato alla riunione, taglia corto con la consueta ironia: “No, io vado a comprare ago e filo“. Tra gli assenti di peso, lo stesso Matteo Renzi, che stasera sara’ ospite di Porta a Porta.

Nel corso della riunione la maggioranza dei renziani ha dato mandato a Lorenzo Guerini di trattare con l’area di Maurizio Martina per un sostegno alla sua candidatura. Ma circa un terzo degli intervenuti, spiegano fonti presenti alla riunione, ha invece sostenuto la necessità di presentare una candidatura di area renziana. Su questa linea, tra gli altri Roberto Giachetti.

Il presidente dei senatori Andrea Marcucci ha invitato a convergere su Martina perchè ha detto, “l’unità di questo gruppo deve prevalere sul resto”. Il sostegno a Martina serve a “rafforzare una componente essenziale del riformismo e per impedire abiure”.

A parte il dissenso esplicito dei partecipanti alla riunione, hanno fatto rumore anche alcune assenze di peso, quella di Maria Elena Boschi, in primo luogo. Domani alle 18 scade il termine ultimo per la presentazione delle candidature. Tra i nomi su cui ragionano i renziani di stretta osservanza, c’e’ quello della senatrice Teresa Bellanova.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

11 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»