Pescara, per 200 bambini delle case famiglia Babbo Natale arriva in tir

Nel weekend a Pescara e Chieti arriverà un tir molto speciale, con regali per 200 bambini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – E’ una carovana speciale quella che domenica 16 dicembre arriverà a Pescara: è il tir di Santa Claus che per il suo speciale tir poterà gioia e solidarietà a circa 200 bambini ospitati in varie case famiglia del territorio pescarese e chietini. L’iniziativa è stata promossa dall’associazione Novissi Onlus e l’assessorato alla Cultura del Comune di Pescara in collaborazione con Italia Logistica e Saquella. “E’ una carovana che poterà gioia per tutti in città – ha detto l’assessore Giovanni di Iacovo. Arriverà in piazza della Repubblica con un carico di allegria, musica e dolcezze per tutti, ma con un pieno di solidarietà per un gran numero di bambini che vive situazioni difficili. Quelle situazioni di cui da sempre l’associazione Novissi si occupa, dentro e fuori dalla città e anche fuori dall’Italia, grazie a un impegno che li vede in prima fila in Africa. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile l’arrivo di questa specialissima casa di Babbo Natale anche a Pescara e invitare tutti a visitarla, dalle 18 di domenica prossima”.

“Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno”. E’ alle parole di Madre Teresa di Calcutta che si è affidata Nivea Mammarella, volontaria Novissi, per raccontare il progetto: “Questa ennesima iniziativa giunge al culmine di un periodo di frenetica attività per l’associazione che dopo la consegna di un container di aiuti a Yegué, nello stato africano del Togo, si impegna nuovamente in un iniziativa solidale a favore dei bambini del nostro territorio. L’evento vedrà il passaggio del Babbo Natale Novissi su di un mezzo pesante, messo a disposizione da Italia Logistica, divenuto la casa di Santa Claus. Perché il Babbo Natale Novissi è un po’ ribelle. Anziché intasare i cieli della notte di Natale, si sposta su un favoloso camion all’interno del quale trasporta la sua casa, molto simile a quella che ha in Lapponia. Transita su strada e non tra gli astri. Ma il Babbo Natale Novissi – aggiunge – è anche molto speciale, infatti è particolarmente impegnato a favore di quei bambini, di tutti i colori e religioni, un po’ più sfortunati, ma che hanno tanta voglia di giocare e costruirsi un futuro radioso”.

Il giorno 16 in particolare a ospitare l’iniziativa saranno i paesi nelle vicinanze di Pescara, ovvero Sambuceto, Montesilvano e Pescara stessa, nei quartieri di Fontanelle, Rancitelli, tra i più difficili della città, e al centro. Il giorno prima, cioè il 15 dicembre, il tir di Babbo Natale farà invece tappa a Chieti e nei paesi limitrofi ovvero Vacri, Ripa Teatina, Francavilla al Mare.

Il camion si fermerà prima nelle piazze dei vari centri, dove ci sarà uno splendido momento di condivisione aperto a tutti i bambini, in cui verranno regalate caramelle, per poi fare tappa nelle varie case famiglia, dove verranno distribuiti i doni che gli stessi ospiti delle case famiglia hanno scelto attraverso l’invio di una lettera al Babbo Natale Novissi.

“Da sempre Saquella ritiene che visione globale e progetti locali siano il modo migliore per assumersi la propria responsabilità sociale – ha affermato Maria Ciampaglione responsabile marketing di Saquella – Noi crediamo nell’importanza e nella necessità di contribuire al benessere della comunità in cui ci troviamo, attraverso il sostegno a progetti che migliorino la qualità della vita e in questo caso della vita dei bambini. Vivere il Natale nella maniera più normale e naturale possibile è diritto di ogni bambino ed è dovere di ogni adulto fare in modo che questo accada. Ringraziamo la Novissi Onlus per averci resi partecipi di questa importante iniziativa sul territorio abruzzese che è parte integrante della nostra storia aziendale iniziata nel 1856”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

11 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»