A Napoli studenti e attivisti contestano il Governo, scontri con la Polizia

NAPOLI – Momenti di tensione e scontri a Napoli fuori dal Maschio Angioino dove alcune decine di studenti e attivisti dei centri sociali stanno manifestando per contestare il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e i ministri Claudio De Vincenti e Carlo Calenda, attesi al teatro Mercadante per un convegno su lavoro al Sud.

Via da Napoli” urlano i manifestanti che criticano le politiche per la scuola e il lavoro adottate dai governi del Pd. Numerosi i cartelli esposti conto il Jobs Act e la Buona Scuola.

“I ventenni delle Sud? Siamo noi gli sfruttati di questo paese – dice uno studente -. Dentro ci sono questi signori a parlare e fare solo passerella mentre noi studenti siamo stati condannati alla disoccupazione al precariato“.

Le forze dell’ordine in tenuta antisommossa sono intervenute per allontanare i manifestanti ma intanto la protesta fuori al teatro Mercadante prosegue. “Vogliamo democrazia la vostra risposta è la polizia”, commentano gli attivisti.

11 Dic 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»