Spesa gratis in cambio di volontariato - DIRE.it

Campania

Spesa gratis in cambio di volontariato

social_market02NAPOLI – Fare la spesa senza dover spendere soldi, ‘ricambiando’ il servizio ricevuto tramite ore di volontariato da prestare secondo le proprie possibilità, competenze e predisposizioni. E’ possibile al social market ‘Arca, l’Emporio della Solidarietà’ che ha aperto a Monte di Procida, in provincia di Napoli, e che è nato dalla collaborazione fra la locale associazione La Casetta Onlus e la Fondazione Progetto Arca Onlus, unite dal comune intento di sostenere le famiglie indigenti del territorio flegreo.

I clienti, selezionati dai servizi sociali tramite un protocollo d’intesa, sono 40 famiglie di Bacoli e Monte di Procida dotate di una tessera a punti da utilizzare per ‘pagare’ la propria spesa. A chi sceglierà i prodotti fra i frigoriferi e gli scaffali del social market sarà proposto un apposito corso di formazione nel quale impareranno a relazionarsi col prossimo e con le diverse situazioni di disagio. Quella proposta dall’iniziativa si traduce in una nuova dimensione di scambio che gratifica la persona, facendola sentire utile, allontanando la tendenza all’isolamento propria di molte condizioni di indigenza.

“Nella profonda problematicità della nostra vita c’è bisogno di una voce che gridi ‘non temere’. Io credo che l’uomo si debba liberare da quel che si è messo addosso o da quel che gli hanno messo addosso, l’inclusione, quindi, è importante perché solo così l’essere scopre la relazione e la capacità di amare”. Così Anna Gilda Gallo, presidente de La Casetta Onlus, spiegando il sentire da cui nasce il progetto.

social_market03

Dopo le esperienze di Milano, Roma e di Monte di Procida, Progetto Arca ha in programma di avviarne di analoghe in altre città d’Italia “per aiutare le famiglie in difficoltà, che hanno il bisogno e il diritto di riprendersi e ricominciare a vivere. Aiutare per noi – sottolinea Laura Nurzia, vicepresidente della fondazione Progetto Arca – significa innanzitutto soddisfare i bisogni primari attraverso beni semplici proprio come quelli alimentari, ma significa anche guardare oltre l’assistenza, credendo in un futuro di autonomia e integrazione sociale per tutti. Questo – conclude – è il valore imprescindibile della dignità della persona”. Il progetto ‘Arca, l’Emporio della Solidarietà’ è stato finanziato interamente da La Casetta e Progetto Arca.

11 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»