Digitale, venerdi’ Anorc Professioni riunisce esperty privacy a Lecce

ROMA – In questa settimana i professionisti della privacy e della digitalizzazione provenienti da tutta Italia si incontreranno a Lecce per partecipare al workshop di aggiornamento organizzato da Anorc Professioni per la giornata di venerdì 14 settembre 2018 a Lecce, presso il Grand Hotel Tiziano e dei Congressi. “Lecce è la città dove tutto è nato: il nostro primo evento nazionale non poteva che svolgersi proprio qui. L’obiettivo dell’Associazione è di creare una rete territoriale rappresentativa e in grado di interloquire principalmente con gli Ordini professionali: per questa ragione abbiamo deciso di inaugurare una rassegna di workshop itinerante che, dopo Lecce, approderà in Sicilia, a Palermo, il 27 di settembre. Anorc Professioni intende avvicinarsi sempre più ai professionisti, promuovere la formazione continua, il dibattito e l’aggiornamento, grazie all’organizzazione di percorsi tematici di approfondimento, che vedranno la partecipazione di consulenti esperti del settore” è il il commento della dottoressa Nina Preite, direttore di Anorc Professioni.

L’Associazione, nata con l’obiettivo di rappresentare i Professionisti della digitalizzazione e i professionisti della privacy, iscritta nell’elenco del Mise ai sensi della legge 4/2013, inaugura con questo primo evento una rassegna di appuntamenti dedicati al confronto e all’approfondimento. Il dibattito vedrà la partecipazione di importanti esperti ed esponenti istituzionali del settore, tra i quali è previsto l’intervento dell’ingegner Giuseppe D’Acquisto, Garante per la Protezione dei Dati personali, del dottor Giovanni Lucatorto, responsabile Protezione Dati dell’Azienda ospedaliero universitaria Policlinico consorziale di Bari, e dell’avvocato Andrea Lisi, presidente di Anorc Professioni e ideatore dell’evento, che ci anticipa alcune considerazioni: “Il nostro Sistema Paese attende da anni che lo storytelling sulla digitalizzazione della Pa o delle aziende pubbliche e private diventi un fatto compiuto. Per comprendere quanto il fenomeno ci interessi da vicino, partiamo da alcuni esempi concreti, che toccano la maggioranza degli italiani: il caso dei vaccini obbligatori da dover autodichiarare. L’incompiutezza del percorso di digitalizzazione del nostro Paese è più che mai evidente: da un lato si parla di carta del docente, di registro elettronico e di strumenti all’avanguardia a supporto della didattica, mentre sul piano amministrativo le scuole non riescono a dialogare in tempi immediati con le Asl, non tanto perché mancano strumenti, ma piuttosto le competenze e le professionalità in grado di contrastare questa situazione di stallo totale. Questi fatti ci fanno percepire lo stato reale del nostro Paese. Di fronte a un tale scenario, ho sentito il dovere, quale presidente di Anorc Professioni, di promuovere una rassegna di eventi in grado di richiamare l’attenzione sulla funzione rappresentativa dei professionisti, che da sempre ci sostengono e continuano a crescere. C’è un disperato bisogno di formazione, di competenze e di un approccio multidisciplinare. Il workshop di settembre è solo il primo di una serie di appuntamenti da estendere a livello nazionale, da Sud a Nord, nello spirito di coinvolgimento e aggiornamento continui, che hanno sempre caratterizzato la nostra realtà associativa”.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

11 settembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»