Roma, Grande Oriente d’Italia: Garibaldi vero massone. Paghiamo noi il restauro della statua

ROMA – “Abbiamo scritto una lettera al sindaco di Roma, Virginia Raggi, per dire che siamo disponibili a partecipare al restauro della statua di Garibaldi, che non solo e’ stato un massone ma anche Gran maestro della massoneria italiana”. A parlare e’ Stefano Bisi, Gran maestro del Grande Oriente d’Italia, intervenuto ai microfoni della trasmissione ‘L’Italia s’e’ desta’, condotta da Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti, su Radio Cusano Campus, emittente dell’Universita’ Niccolo’ Cusano. Il Goi si e’ appunto offerto per finanziare il restauro della statua di Garibaldi al Gianicolo, danneggiata da un fulmine.

“Anche Emilio Gallori, che costrui’ la statua, era un massone- dice ancora Bisi- Non so quanto possa costare, non abbiamo fatto un progetto, abbiamo soltanto manifestato la disponibilita’ a partecipare al restauro. Per ora non abbiamo ricevuto risposta, ma c’e’ da rispettare i tempi delle decisioni dell’amministrazione romana. Preclusione nei nostri confronti? Fare un processo alle intenzioni mi sembra sbagliato, aspettiamo che ci diano una risposta. E lancio un appello: anche il monumento a Giordano Bruno a Campo de’ Fiori avrebbe bisogno di un restauro, perche’ e’ un pezzo importante della storia d’Italia”. Sull’Italia di oggi. “Non abbiamo ricette, non diamo giudizi- dichiara Bisi- Notiamo che manca molto il dialogo, si combatte e si fa politica a colpi di slogan. Dovrebbe essere il momento delle riflessioni che precedono alle azioni. Piu’ riflessioni e meno slogan mi sento di dire”. Il M5S aveva proposto una legge anti-massoneria. “Leggi che andavano di moda nel Ventennio fascista andrebbero abbandonate da parte di chi ha il compito di governare l’Italia. Spero si stia riflettendo sulla pericolosa deriva liberticida che prenderebbe l’Italia se approvasse certe leggi” conclude il Gran maestro del Grande Oriente d’Italia.

Roma, crolla un pezzo della statua di Garibaldi al Gianicolo

 

11 settembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»