AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE mondo

Afghanistan. Una Tv dalle donne per le donne, diretta da un uomo

ROMA – In Afghanistan, una tv fatta dalle donne, per le donne. È ‘Zan tv’, letteralmente ‘Donna Tv’, un network con 80 dipendenti, di cui 65 donne, molte delle quali giovani laureate dell’Università di Kabul.

A dirigerle è un uomo, l’imprenditore Hamid Samar: “L’idea ci è venuta perché sentivamo che nel nostro paese mancava un network televisivo al femminile”- spiega Samar, contattato dall’agenzia Dire- abbiamo pensato ai problemi sociali che colpiscono in particolare le donne, ma anche al fatto che il campo dei media è dominato dagli uomini”
“La tv -prosegue Samar- trasmette già da due mesi programmi che riguardano educazione, salute, religione islamica, sport, politica, società e svago, non solo da Kabul, ma da “tutte le aree dove i problemi femminili sono più sentiti”.

Un esempio dei suoi programmi è quello della trasmissione “Risk program”: che spiega alle donne come difendersi in caso di attacchi armati. Secondo l’imprenditore, l’obiettivo del network dev’essere “trasmettere alle autorità competenti la voce delle donne, affinché possano risolvere i loro problemi”.

Si prevede che presto lo streaming dei programmi di ‘Zan Tv’ sarà disponibile su internet, e già la rete trasmette in tutte le province del paese e, via satellite, anche fuori. Le donne che lavorano a Zan tv “sono felici- racconta l’imprenditore- perché non avevano mai avuto esperienze lavorative, mentre con la nostra emittente hanno seguito una formazione di sei mesi che ha consentito loro di lavorare e svolgere il loro impiego al massimo livello”.

11 agosto 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988