Politica

Conte: “Pericolo foreign fighter da immigrazione”

ROMA -“Noi siamo impegnati anche sul fronte dell’immigrazione, e anche dalla stessa immigrazione potrebbero venire rischi e pericoli di foreign fighter che in questo guado destabilizzato, sia sul fronte mediorientale sia in alcune aree nordafricane, potrebbero arrivare queste minacce e questi pericoli”. Lo dice il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Bruxelles per il Summit Nato. “Siamo qui per ribadire queste posizioni per rafforzare anche i nostri interessi e con i nostri interessi quelli di tutti gli alleati”, aggiunge Conte. “Ci accingiamo a questo vertice per ribadire la nostra fedeltà all’alleanza atlantica, la sua solidità, e prendere atto dei passi che sono stati fatti per l’allargamento a est dell’alleanza- spiega il presidente del Consiglio- ma siamo anche qui per ribadire l’interesse dell’Italia e degli italiani per rafforzare il fronte sud dell’alleanza atlantica. In questa prospettiva “l’hub che verrà sviluppato a Napoli è un passaggio molto importante per noi perche’ non solo per l’Italia ma per tutti gli alleati significa rafforzare il presidio sul fronte sud, e come sapete le minacce sul fronte sud per quanto riguarda il terrorismo sono minacce molto importanti, molto significative”, conclude l’inquilino di palazzo Chigi.

“A BREVE INIZIATIVE ITALIA”

“Vedrete che a breve sul fronte dell’immigrazione l’Italia assumerà delle iniziative per dare continuità alle conclusioni che ci sono state al vertice del consiglio europeo del 28 giugno”. Lo dice il presidente del Consiglio Giusepe Conte a Bruxelles per il Summit Nato. L’incontro di ieri a palazzo Chigi “è andato molto bene- dice Conte- ci siamo aggiornati con Salvini perché ieri, come sapete, era a Reggio Calabria, c’era un rappresentante del suo ministero alla riunione che abbiamo fatto al vertice, oggi ho informato anche lui sugli esiti del vertice sul coordinamento che abbiamo avuto, sui prossimi passi”.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

11 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»