Neuroriabilitazione e robotica indossabile, due conferenze a Pisa; Nasce ‘Motion Recognition ReMo’ da start up italiana

TG-Riabilitazione

Neuroriabilitazione e robotica indossabile, due conferenze a Pisa; Nasce ‘Motion Recognition ReMo’ da start up italiana

Neuroriabilitazione e robotica indossabile, due conferenze a Pisa

L’autunno si conferma la stagione della ricerca a Pisa con l’arrivo di 500 esperti tra scienziati, accademici e rappresentanti del mondo dell’industria. Dal 16 al 20 ottobre la città toscana ospita due conferenze congiunte di rilevanza internazionale sulla neuroriabilitazione e sulla robotica indossabile. Al Palazzo dei Congressi la terza edizione dell“International Conference on Neurorehabilitation” e dell’“International Symposium on Wearable Robotics”, organizzati dall’istituto di Biorobotica della Scuola superiore Sant’Anna. Si parlerà dell’applicazione dei robot alla pediatria, dalla neuroriabilitazione computazionale alle interfacce uomo-macchina per l’ausilio di persone con disabilità motoria.

Nasce ‘Motion Recognition ReMo’ da start up italiana

Arriva ‘Motion Recognition ReMo’, il programma che prevede l’uso dell’intelligenza artificiale applicata alle attività di riabilitazione e fisioterapia. E’ nata dall’idea di alcuni ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia – Paolo Ariano, Nicolò Celadon e Silvia Appendino – che nel 2017 hanno fondato la start up italiana. Il sistema promette di migliorare il processo riabilitativo dei pazienti. Attraverso i sensori presenti sul dispositivo indossabile, vengono monitorati i muscoli, rilevando e trasmettendo i dati direttamente al medico e al fisioterapista. Inoltre, ‘ReMo’ ha arricchito il suo programma grazie al contributo di Celi, una chatbot riabilitativa che permette di dialogare con il paziente dandogli consigli e indicazioni come se il fisioterapista fosse presente.

Patologie neurologiche, insieme GVM e Fondazione Mondino

Alta specializzazione applicata alle patologie neurologiche anche complesse, diagnostica d’avanguardia e tecniche chirurgiche innovative uniscono in un unico progetto la Fondazione Mondino Istituto Neurologico Nazionale IRCCS di Pavia e la rete dei GVM Point. Un network di poliambulatori d’eccellenza creato da GVM Care & Research per dare al paziente un’assistenza completa e una continuità di cura su tutto il territorio nazionale. L’obiettivo è quello di fornire ai pazienti un percorso integrato di diagnosi e cura per trattare le patologie neurologiche come l’ictus cerebrale, il morbo di Parkinson e di Alzheimer, la sclerosi laterale amiotrofica, l’epilessia, le cefalee, le malattie neuromuscolari e i disturbi dello spettro autistico, fino ad arrivare alle malformazioni vascolari e ai tumori cerebrali benigni e maligni. L’attività del centro mira all’umanizzazione delle cure e al comfort, garantendo al paziente l’utilizzo di strumenti d’avanguardia come la Gamma Knife, un “bisturi a raggi gamma” altamente innovativo.

Riabilitazione del pavimento pelvico, congresso all’Umberto I di Roma

Una giornata di formazione interamente dedicata alla rieducazione del pavimento pelvico. Con il corso del Policlinico Umberto I di Roma. Sei casi clinici hanno animato la prima parte sul tema ‘Rieducazione del pavimento pelvico: partiamo dalla pratica’. Gli esperti hanno mostrato come impostare una visita, quali metodiche riabilitative sono più adeguate e quali strumenti utilizzare. Nella sessione pomeriana su ‘La tecnologia e il pavimento pelvico: App a confronto’ si è parlato di quali siano le app presenti per la patologia del pavimento pelvico. Presente tra i relatori il professor Fabio Gaj, direttore del master ‘Riabilitazione del Pavimento pelvico’ presso l’università La Sapienza di Roma.

Marcello Lippi testimonial del Festival Internazionale della Robotica

Il ct dell’Italia e campione del mondo, mister Marcello Lippi, è il testimonial del ‘Festival Internazionale della Robotica 2018’ che unisce insieme arte e tecnologia e si terrà a Pisa e in Versilia dal 27 settembre al 3 ottobre. Un programma d’alto livello che tratterà le molteplici applicazioni della robotica in campo medico, in particolar modo le nuove tecnologie robotiche applicate alla chirurgia e alla riabilitazione. E parallelamente spazio alla musica. Si parte il 27 settembre con l’inaugurazione al Teatro Verdi per proseguire il 28 settembre con “ROBOTopera” al Teatro Puccini di Torre del Lago. Il 30 in programma il concerto con la chitarra appartenuta a Giuseppe Mazzini alla Domus Mazziniana; sempre alla Domus il pomeriggio del 1 ottobre concerto di strumenti antichi “Totentanz” di Franz Liszt; il 2 ottobre opera “Don Cristobal” alla Gipsoteca di arte antica dell’Università di Pisa e il 3 ottobre concerto con Andrea Bocelli al Teatro Verdi di Pisa. All’organizzazione hanno contribuito molte realtà, tra cui la Scuola Normale Superiore di Pisa, la Scuola Superiore Sant’Anna e l’Istituto di BioRobotica e il Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa.

11 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»