AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE giovani

A Roma fra stand e conferenze, al via ‘Porte Aperte alla Sapienza’

porte aperte alla sapienzaROMA – Stand informativi, un unico padiglione e il viale della Città universitaria preso d’assalto. È la ventunesima edizione di ‘Porte aperte alla Sapienza’, che si svolgerà da oggi a mercoledì nella sede dell’ateneo romano.

Porte Aperte alla Sapienza per conoscere l’offerta formativa dell’anno 2017-2018

I futuri studenti universitari potranno farsi un’idea sull’offerta formativa dell’anno accademico 2017-18, sulle modalità di accesso ai corsi e sui servizi offerti dall’Università visitando gli stand allestiti nel grande padiglione open air. Ad ogni stand corrisponde un punto informativo delle undici facoltà, delle altre strutture e degli altri servizi della Sapienza (Erasmus, Servizio civile, o il servizio della Regione Lazio, ‘Torno subito’, per citarne alcuni).

Contemporaneamente, nell’aula magna del Rettorato, si alterneranno conferenze per ciascuna area di studio, con docenti e operatori che daranno modo ai ragazzi di approfondire i contenuti della didattica e gli sbocchi professionali offerti ai laureati. Infine, numerose anche le attività culturali e sociali proposte durante la manifestazione: dalle orchestre di Musa-Musica Sapienza, alle performance degli attori di Theatron-Teatro antico alla Sapienza, dalle proiezioni cinematografiche al Servizio civile nazionale. Per l’occasione saranno aperti con orario prolungato anche i musei della Sapienza, per offrire al pubblico la possibilità di visitare le collezioni museali dell’ateneo collegate alla didattica e alla ricerca scientifica.

Tante le novità proposte dall’ateneo: “I ragazzi quest’anno- ha detto all’agenzia Dire, il rettore, Eugenio Gaudio- troveranno un’offerta formativa arricchita di nuovi corsi e di materie innovative uniti ai corsi classici importanti”. Quindi, “la riduzione delle tasse, azzerate per le famiglie che hanno redditi inferiori ai 14mila euro; nuove sedi, tra cui quella a scalo San Lorenzo; il nuovo teatro dell’ateneo che aprirà a settembre”. Tutto questo si traduce nella possibilità per chi si iscrive “non solo di avere una grande scelta, ma anche di vivere pienamente il periodo più bello e importante della propria vita”.

 

11 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram