Firenze, è codice rosso per il caldo. Il Comune: “Non uscite”

firenze fortezza da bassoFIRENZE – Continua la morsa del caldo a Firenze. Domani è previsto il secondo giorno consecutivo di elevate temperature e la Protezione civile del Comune ha così confermato il codice rosso dell’emergenza, già in vigore per oggi. Sempre validi, quindi, i consigli per i tutti i cittadini e, in particolare, per i soggetti maggiormente vulnerabili: anziani, bambini e neonati, malati cronici, non autosufficienti e coloro che svolgono una intensa attività all’aperto.

In particolare, spiega Palazzo Vecchio, “si deve applicare la massima cautela per il rischio rappresentato dalle cosiddette ‘ondate di calore’” che si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni consecutivi, spesso associate a tassi elevati di umidità, forte irraggiamento solare e assenza di ventilazione.

I CONSIGLI

Il Comune quindi diffonde una serie di consigli per affrontare meglio le alte temperature: uscire il mattino presto o la sera tardi, evitando di farlo nelle ore calde (ovvero dalle 11 alle 18), e di svolgere esercizio fisico o lavoro intenso; fare bagni e docce d’acqua tiepida; indossare vestiti leggeri e comodi in fibre naturali; arieggiare la casa durante le ore fresche, come la sera tardi e durante la notte per fare entrare l’aria fresca.

E ancora, dormire e soggiornare nelle stanze più fresche in assenza di condizionamento, evitare correnti d’aria; chiudere vetri e le persiane durante le ore calde del giorno e schermare i vetri delle finestre con persiane, veneziane o almeno tende, per evitare il riscaldamento eccessivo dell’ambiente; limitare l’uso del forno e utilizzare gli altri elettrodomestici (lavatrice, ferro da stiro, lavapiatti, etc.) durante le ore notturne. Quanto all’alimentazione, la raccomandazione è di bere almeno due litri al giorno, anche in assenza dello stimolo della sete, evitando le bevande fredde e quelle alcoliche, mangiare frutta fresca come agrumi, fragole, meloni e verdure come carote, lattuga e peperoni; consumare pasti leggeri e conservare gli alimenti deperibili (carne, latticini, dolci con creme etc.) in modo corretto.

LEGGI ANCHE

Coldiretti, bene alte temperature per la qualità uve

11 Luglio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»