Salute, come difendersi da "Nerone" - DIRE.it

San Marino

Salute, come difendersi da “Nerone”

caldo_anzianiSAN MARINO – Bere di più, stare in casa o all’ombra, mangiare leggero: sono solo alcuni dei consigli che l’Iss sta diffondendo per aiutare i sammarinesi ad affrontare i giorni più caldi dell’estate portati da “Nerone”, l’anticiclone africano. Sono nove i suggerimenti per “un’estate in salute”. Primo fra tutti, “bere di più, in particolare acqua, senza aspettare di avere sete”. L’Iss invita chi si occupa di persone anziane ad avere attenzione su questo aspetto, sollecitando gli assistiti a bere spesso. Inopportuno e dannoso risulta invece bere liquidi che contengano alcool, caffeina o grandi quantità di bevande zuccherate. Secondo consiglio è quello di restare in casa, se possibile in ambienti condizionati o in zone ombreggiate e fresche nelle ore di maggiore insolazione, tra le 11 e le 17. Quindi avere cura di ventilare l’abitazione attraverso l’apertura notturna delle finestre.

E ancora: nelle ore più calde, se non si ha un condizionatore in casa, l’Iss invita a fare bagni e docce o di recarsi dove c’è l’aria condizionata, come i centri commerciali. Sul fronte del vestiario, meglio indossare abiti leggeri, di colore chiaro e fibre naturali, non aderenti. Poi evitare esercizi fisici all’aperto o in luoghi non condizionati. Se non si riesce ad evitare l’esposizione al sole, indossare cappelli leggeri a tesa larga, portare occhiali da sole e applicare filtri solari ad alta protezione. Attenzione anche a tavola: abbondare di frutta e verdura, consumare pasti leggeri ed evitare al massimo insaccati, cibi fritti, alimenti molto zuccherati, moderare alcolici e birra. Nono e ultimo consiglio è quello di non sostare in automobili ferme al sole, nè lasciare bambini, anziani e animali in auto. In caso di emergenza, se si assiste a casi di colpo di calore, colpo di sole o collasso, l’Iss invita a chiamare subito i soccorsi (118) e nel frattempo eseguire questa procedura: far sdraiare la persona colpita in posizione supina in luogo fresco e ventilato con le gambe sollevate ed eseguire spugnature con acqua fredda. Se la persona è cosciente somministrare liquidi non ghiacciati. In caso di bisogno i numeri da chiamare sono quelli dei centri per la salute, la guardia medica centralizzata (0549.994888) e il 118.

11 luglio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»