Aquarius, Giacomelli (Pd): “Giusto denunciare le furbizie di Malta ma non sulla pelle dei migranti”

ROMA – “Giusto denunciare le furbizie di Malta e l’inadeguatezza dell’approccio europeo sul tema dei migranti. Lo hanno gia’ fatto Renzi e Gentiloni. Giusto insistere. Ma non si puo’ farne pagare il prezzo a piu’ di 600 persone innocenti“. È quanto scrive in un post Facebook il deputato dem ed ex sottosegretario allo Sviluppo Economico, Antonello Giacomelli, a proposito delle ultime dichiarazioni del ministro Salvini sulla chiusura dei poeti italiani e sul destino della nave Aquarius.
Giacomelli, “in una riflessione articolata che non ‘demonizza’ l’azione del governo ma ricorda come gia’ i precedenti esecutivi avessero denunciato le ‘furbizie’ di Malta”, si legge in una nota, osserva tuttavia che “non si puo’ pensare di aprire una trattativa politica con il peso di 600 vite umane sulla coscienza. Se perdiamo la nostra umanita’ abbiamo perso tutto”.

LEGGI ANCHE:

 Migranti, Salvini chiude i porti italiani e scrive a Malta: “Accolga Aquarius”

 

11 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»