Amianto. Deputati Pd: “Passo avanti per la pensione a lavoratori ex Isochimica”

Vittime amiantoROMA – “Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto ministeriale che disciplina i criteri e le modalità di accompagnamento alla quiescenza, entro l’anno 2018, dei lavoratori dell’ex Isochimica, si è compiuto un nuovo passo in avanti verso il più ampio riconoscimento del sacrosanto diritto alla pensione per chi ha lavorato per anni a contatto con l’amianto contraendo così gravi malattie. Altri lavoratori potranno finalmente e giustamente conseguire la pensione”. Lo affermano i deputati del Pd Luigi Famiglietti, Valentina Paris e Tino Iannuzzi, dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto per il prepensionamento di altri lavoratori dell’ex-Isochimica, previsto all’articolo 1 della legge di stabilità 2016 da quel comma 276, che è divenuto legge dello Stato grazie all’approvazione di un emendamento di Famiglietti, Iannuzzi e Paris.

Poi, aggiungono: “Ora restiamo in attesa che vengano divulgate le opportune ed annunciate istruzioni alle strutture territoriali dell’Inps in modo da permettere a chi è in possesso dei requisiti necessari di poter presentare istanza per la fruizione del beneficio entro la scadenza del 30 giugno. Tuttavia la nostra attenzione resta alta anche al fine di vigilare sulla pubblicazione, da parte dello stesso Istituto nazionale di previdenza sociale, della circolare che interesserà i lavoratori transitati in una gestione di previdenza diversa da quella dell’Inps e per i quali è stato consentito il ricongiungimento dei diversi periodi contributivi in modo da poter raggiungere la pensione”. Per i deputati Pd “fondamentale ed irrinunciabile rimane l’obiettivo, per il quale continueremo a batterci, di consentire il pensionamento a tutti i lavoratori colpiti dalle gravissime patologie legate all’esposizione all’amianto”.

11 Giu 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»