Sardegna

Arriva in Consiglio “Stato di grazia”, la mostra su Grazia Deledda

sar1CAGLIARI – La vita e il percorso artistico di Grazia Deledda rivivono nella sede dell’Assemblea sarda, attraverso un racconto per immagini. È questo il senso dell’esposizione “Stato di Grazia. Artisti e opere intorno a Grazia Deledda”, in mostra dal 14 maggio al 30 giugno, che celebrerà la grande scrittrice sarda, a 80 anni dalla sua morte e a 90 dal conferimento del premio Nobel per la letteratura. L’iniziativa si inserisce nella ventesima edizione di Monumenti aperti, la manifestazione nata per far conoscere le bellezze storiche e ambientali della Sardegna, e si articolerà principalmente in tre sezioni: particolarmente interessante la prima che, oltre a presentare un corpus di foto d’epoca e video, si concentrerà sulla raccolta, appartenente al Consiglio regionale, dei manoscritti e delle corrispondenze tra la scrittrice sarda e l’intellettuale Luigi Falchi.

Dopo la mostra dedicata lo scorso anno all’artista Costantino Nivola, la sede istituzionale del Parlamento sardo sarà dunque pronta a riaprire le sue porte ai visitatori, come sottolinea il presidente Gianfranco Ganau, che oggi in una conferenza stampa ha presentato l’iniziativa, insieme al curatore della mostra Davide Mariani, al presidente dell’Isre, Bruno Murgia e al presidente di Imago Mundi, Fabrizio Frongia. “Sono particolarmente orgoglioso di questa esposizione- spiega Ganau- che si sviluppa all’interno di un programma di apertura alle iniziative culturali che il Consiglio sta portando avanti e di cui vado fiero. L’Assemblea deve svolgere anche una funzione di tramite alle iniziative che si svolgono sul territorio“, sottolinea il presidente del Consiglio. L’esposizione verrà inaugurata sabato prossimo alle 11.30, giorno in cui sarà possibile visitare anche il palazzo di via Roma, come anche domenica 15 dalle 9 alle 20. In questi due giorni la narrazione del patrimonio storico e artistico dell’edificio sarà affidata agli studenti dell’istituto tecnico statale “Enrico Mattei” di Decimomannu (Cagliari), che faranno da ciceroni lungo il percorso della visita guidata”.

11 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»