Alle Europee Salvini prenderà il 40% come Renzi… Una manna o un incubo?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Sussurri, qualche bisbiglio. Tra i parlamentari di opposizione e anche della Lega, se ne parla. Alle passate elezioni Europee nessuno, nemmeno l’allora leader del Pd, Matteo Renzi, si aspettava di beccare il 40% dei consensi. Oggi i sondaggi, sfornati a man bassa, danno Capitan Salvini poco sopra il 30%. Come mai adesso si bisbiglia di un possibile bis alla Renzi?

Il ragionamento è che, a suo tempo, il fiorentino non aveva un vento così favorevole, anche a livello europeo, e nemmeno una sovraesposizione mediatica pari a quella del capo leghista. Eppure il Pd portò a casa il 40% di consensi, accompagnato da un gran numero di europarlamentari. Oggi il leader della Lega impera ovunque sui media. Sui social ogni minuto fa sapere che cosa sta facendo, mangiando o pensando… Quindi un super botto potrebbe anche arrivare. E in quel caso?

Sul Governo del mediatore Conte si abbatterebbe uno tsunami della massima potenza. Chi potrebbe dire ‘no’ a un cambio radicale? Chi potrebbe bloccare la richiesta di dare molti più posti al Governo alla Lega, magari anche la guida dell’esecutivo? Le cronache raccontano di un Salvini molto cauto, che invita sempre alla calma, a non cedere alle provocazioni.

Nel M5S non si parla di questo, anzi, si è tutti concentrati sui propri sondaggi che danno il Movimento in ripresa. La campagna ‘colpo su colpo’ contro l’alleato sta funzionando. “Oggi siamo attorno al 25% e possiamo ancora salire”, spiega una fonte interna. Salvini al 40%? “Possibile, ma dentro il Movimento ora facciamo il tifo per Berlusconi. Forza Italia sta recuperando voti, nessuno lo dirà mai, ma se Berlusconi toglie voti a Salvini per noi è una gran cosa“. Sperando poi che al Matteo di oggi non tocchi la stessa fine del Matteo di ieri.

LEGGI DIRE OGGI – EDIZIONE DELL’11 APRILE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

11 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»