Autista-Controllore, in casa Cotral è lotta all'evasione - DIRE.it

Lazio

Autista-Controllore, in casa Cotral è lotta all’evasione

ROMA – Biglietto in mano e ingresso dalla porta anteriore. È iniziato il controllo a vista dei titoli di viaggio da parte degli autisti-controllori sulle linee Cotral, la società che esercita il servizio di trasporto pubblico urbano e interurbano nel Lazio. Su circa mille corse a bassa frequentazione, i passeggeri dovranno esibire il biglietto al conducente non appena saliti sul mezzo.

Una sperimentazione che durerà sei mesi e poi si estenderà progressivamente anche alle corse effettuate in orario di punta.  Personale Cotral e squadre di verifica affiancheranno gli autisti sulle banchine dei principali nodi di scambio in questa prima fase, in cui è attiva anche la campagna di comunicazione ‘Miglioriamo insieme’, partita lo scorso marzo con l’obiettivo di sensibilizzare gli utenti Cotral ed evitare che si formino code in salita alle fermate e ai capolinea.

Cotral, la soddisfazione dei cittadini

“Non si crea fila” ha dichiarato all’agenzia di stampa Dire una passeggera sulle banchine del capolinea di Ponte Mammolo a Roma. E in tanti hanno accolto con soddisfazione la novità: “Finalmente tutti pagheranno il biglietto o compreranno un abbonamento- ha sottolineato un ragazzo in attesa- così gli autobus saranno meno pieni e sarà più comodo il viaggio”.

Un provvedimento considerato giusto dai cittadini, che saranno avvertiti della novità anche con adesivi di divieto di salita dalla porta posteriore.

Cotral impeganta nella lotta all’evasione

Grazie al provvedimento, adottato in seguito all’accordo raggiunto dall’azienda con i sindacati nel febbraio 2017, gli autisti sono stati dotati di patentino di polizia amministrativa per essere abilitati a richiedere il titolo di viaggio ai passeggeri ed, eventualmente, erogare sanzioni.

Una lotta all’evasione che prosegue in linea con la politica già intrapresa da Cotral nell’ultimo biennio, con l’intensificazione delle attività di verifica dei titoli di viaggio e l’implementazione della rete di vendita, che ha segnato un +21% di biglietti venduti nel 2017 rispetto al 2016.

11 aprile 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»