Meloni e Fi: “Mattarella incarichi Salvini”; Padoan premia le Fiamme Gialle; Alta tensione in Siria

MELONI E FI: MATTARELLA INCARICHI SALVINI 

L’incarico di formare un governo deve andare a Matteo Salvini. Forza Italia e Fratelli d’Italia non hanno dubbi e domani chiederanno a Sergio Mattarella di incaricare formalmente il segretario della Lega nord. I voti, spiega Giorgia Meloni, “li cercheremo in Parlamento, tra i singoli deputati e senatori”. E assicura: “Nessuno vuole bruciare Salvini, non lo stiamo mica gettando nel camino”. Il leader leghista per ora non si sbilancia, ma manda a dire: “Se non si superano veti e capricci come extrema ratio andiamo da soli”.

CONSULTAZIONI, DOMANI VIA AL SECONDO GIRO 

Al via domani il secondo giro di consultazioni al Quirinale, stavolta si parte subito coi partiti e venerdi’ le cariche istituzionali. I giorni di riflessione chiesti da Mattarella non sembrano pero’ aver rotto lo stallo. L’accordo di governo tra Cinquestelle e Lega non si trova per il veto dei grillini su Berlusconi e per la fermezza con cui Di Maio rivendica di arrivare a Palazzo Chigi. Il Pd non si smuove dalla sua posizione: sara’ opposizione nonostante gli ammiccamenti di Di Maio. Orlando pero’ bacchetta i Cinquestelle. ‘Se vogliono un dialogo- dice- rinuncino alla Lega’.

PADOAN PREMIA FIAMME GIALLE 

Gli atleti delle Fiamme Gialle sono portatori di valori alla base di una societa’ onesta dove si premia chi rispetta le regole. Il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, insieme al comandante generale della Guardia di Finanza, Giorgio Toschi, questa mattina hanno premiato gli sportivi che hanno partecipato ai giochi invernali olimpici e paralimpici di Pyeongchang. Il titolare di via XX settembre, romanista doc, si e’ lasciato sfuggire anche una battuta sulla vittoria della Roma contro il Barcellona: “Arrivare alla finale di champions league? Non poniamo limiti”, ha detto il ministro.

ALTA TENSIONE IN SIRIA 

L’Agenzia europea per la sicurezza aerea ha diramato un’allerta sulle rotte del Mediterraneo orientale. L’allarme e’ stato emesso a causa del possibile lancio di missili nelle prossime 72 ore. Intanto, riferisce il Sir, il cacciatorpediniere americano solca veloce le acque alimentando venti di guerra in Siria, dove entro le prossime ore e’ attesa la risposta militare americana. La nave e’ controllata da alcuni jet russi che volano a bassa quota. Donald Trump ha promesso di far pagare “un caro prezzo” a tutti i responsabili dell’attacco chimico a Duma, mettendo nel mirino il regime siriano e i suoi sponsor russi e iraniani.

11 Apr 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»