Mondo

Lavori a buon punto per l’Expo di Astana: “Come a Milano due anni fa”

ROMA – “Lo stato dei lavori e’ simile a quello dell’expo di Milano nello stesso periodo di due anni fa”. A sessanta giorni dall’apertura dell’Esposizione universale di Astana – dal 10 giugno al 10 settembre prossimi – la manager Elisabetta Lanfranchi racconta all’agenzia DIRE il suo ultimo viaggio nella capitale kazaka.

Lanfranchi e’ alla guida dell’impresa e-venti Kazakhstan, “societa’ kazaka ma con anima italiana”, unique service provider di Expo Astana 2017 per i servizi di business matching tra i paesi partecipanti.

“Per il nostro lavoro ci avvaliamo della piattaforma informatica Expo Business Matching, di Promos-Camera di Commercio di Milano, e Pwc Italia. La nostra iniziativa si chiama expobtobe (www.expobtobe.com), inoltre gestiremo nel Corporate pavillion la ‘Samsung Area’”, aggiunge la manager bergamasca.

Elisabetta Lanfranchi spiega che ad Astana da poco “sono stati avviati gli allestimenti dei padiglioni da parte dei paesi e dei partner Expo”, nei centosettantaquattro ettari di superficie.

La struttura esterna e’ completa, alcune aree tuttavia sono ancora in costruzione, come i parcheggi e altri spazi comuni. In fin dei conti- precisa- i lavori sono allo stesso punto in cui si trovava Milano due anni fa a 60 giorni dall’apertura dei cancelli”.

Gli organizzatori sembrano ottimisti, anche perché la macchina di Expo Astana sta per ricevere l’aiuto del meteo. “Le temperature stanno aumentando- dice ancora la manager italiana-. Fino a un paio di settimane il termometro segnava ancora -30°C, ora i lavori saranno gestiti piu’ facilmente”.

Il padiglione-sfera del Kazakistan, una delle principali attrazioni dell’evento, “e’ a buon punto”, prosegue Elisabetta Lanfranchi: oltre a essere una struttura unica al mondo, coi sui 80 metri di diametro ospitera’ anche il Museo del Futuro, emblema della Fiera il cui tema e’ appunto ‘Future energy’.

“Si stanno completando i lavori interni, ed e’ anche parzialmente illuminata. Il grande centro commerciale, il ‘Mega Silk Way’, invece e’ gia’ aperto e funzionante”.

Infine, al padiglione Italia “stanno fervendo i preparativi, sia per l’allestimento della struttura – i cui lavori sono gia’ iniziati – sia per quanto riguarda la definizione dei contenuti”.

La gestione spetta al ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale insieme all’Agenzia Ice, mentre all’Ambasciatore italiano in Kazakistan, Stefano Ravagnan, spetta la carica di Commissario generale di sezione.

Le regioni, sotto il coordinamento della Conferenza Stato Regioni, “stanno organizzando una settimana di eventi, insieme a workshop dedicati alle proprie eccellenze”.

In calendario inoltre “visite istituzionali, eventi promozionali, delegazioni di imprenditori e investitori, interessati alle opportunita’ che questo appuntamento offre”, conclude Lanfranchi.

di Alessandra Fabbretti, giornalista

11 aprile 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»