Trenitalia, gli amministratori locali in treno verso Roma per protesta

Binari_treniPOTENZA – Giovedì 14 aprile l’assessore regionale ai Trasporti, Aldo Berlinguer, guiderà una delegazione formata dai rappresentanti di tutti i 131 comuni lucani, delle due Province di Potenza e Matera, parlamentari e consiglieri regionali, che si recherà a Roma per chiedere con forza a Trenitalia l’attivazione di quattro coppie di pendolino Etr450. In questo modo si percorrerebbe il tragitto Potenza-Roma in 3 ore e Matera (Ferrandina) – Roma in 3 ore e 45 minuti, considerato che questa tipologia di treni é in grado di viaggiare sia sulla linea tradizionale che sull’alta velocità.

   All’iniziativa, promossa da Anci Basilicata, hanno aderito anche diversi comuni pugliesi, campani e laziali che si affacciano sulla tratta Taranto-Roma e che quindi sarebbero interessati a questa soluzione. L’assessore Berlinguer e gli altri amministratori prenderanno il treno Intercity 700 per Roma (8.05 Taranto, 8.39 Metaponto, 9.04 Ferrandina, 9.18 Grassano, 10 Potenza centrale, 10.31 Bella) con arrivo a Roma Termini alle 14.34.
“Anche nelle ultime settimane – afferma Berlinguer – gli intercity in servizio sulla tratta Taranto – Roma hanno accusato notevolissimi ritardi causando gravi disagi ai passeggeri. Si tratta dell’ennesimo disservizio su un tragitto delicato e strategico per tutti i territori interessati, l’ennesima penalizzazione di un Mezzogiorno già ampiamente emarginato e affetto da una pesante carenza infrastrutturale. Non credo che si possa ancora tollerare che quattro comunità regionali (Puglia, Campania, Basilicata e Lazio) continuino ad essere penalizzate nei reciproci collegamenti quando sarebbe possibile, con investimenti molto contenuti e materiale rotabile nuovo, garantire puntualità e celerità ad un traffico regionale potenzialmente molto cospicuo  se solo potessimo garantire un’offerta trasportistica accettabile. Credo che sia giunto il momento di far sentire tutti insieme all’unisono la nostra voce con una manifestazione che possa riunire tutti i rappresentanti degli enti locali lucani e auspicabilmente anche quelli delle altre regioni interessate. Vogliamo un impegno rapido, serio e concreto di Trenitalia. La soluzione che abbiamo individuato – afferma Berlinguer – ci pare assolutamente sostenibile ed è finalizzata a rendere più rapido il tragitto tra la Basilicata (ancor prima la Puglia) e Roma e ad assicurare una migliore qualità del viaggio rispetto a quanto accade oggi”.
Alla stazione Roma Termini, gli amministratori lucani hanno chiesto un incontro con i vertici aziendali di Trenitalia; ad essi andrà tutto il disappunto per la situazione attuale e le richieste di nuovo materiale rotabile.
11 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»